domenica 14 luglio 2024
Flash news:   Dolore ad Atripalda per la scomparsa dell’ex consigliere Emilio Moschella: lunedì i funerali Due 30enni atripaldesi accusati di resistenza a pubblico ufficiale in concorso: uno evita il processo  e l’altro viene condannato a 9 mesi di reclusione Maratona dles Dolomite, la prima volta del team Eco Evolution Bike Dal 12 luglio scatta il ritiro nel comune di San Gregorio Magno Comune di Avellino, il discorso d’insediamento del sindaco Laura Nargi: “Sarò al fianco di tutti” 49enne residente ad Atripalda rinviato a giudizio per maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia minore Nuovi rinforzi per la sicurezza dell’Irpinia: 13 Carabinieri assegnati al Comando Provinciale di Avellino L’Us Avellino ingaggia il portiere Antony Iannarilli 45enne di Atripalda acquista un motocoltivatore su internet ma è una truffa  A Mongève Giuseppe Calabrese primo italiano a tagliare il traguardo

L’Avellino si arrende alla capolista: il Palermo vince 2-0

Pubblicato in data: 5/4/2014 alle ore:09:25 • Categoria: Avellino Calcio

palermo-avellino1L’Avellino ci prova ma si arrende alla capolista. Nell’anticipo serale della 33/a giornata del campionato di serie B sconfitta esterna per i lupi alla “Favorita” contro il Palermo di Iachini.
Massimo Rastelli si affida al 3-5-2. A sorpresesa Zappacosta viene dirottato in mezzo al fianco di Arini e Schiavon, con Bittante e Millesi sugli esterni. Difesa composta da Izzo-Fabbro e Pisacane. Seculin in porta ed il duo Ciano-Cataldo in avanti.
Nel primo tempo i rosanero mettono pressione ai lupi con una punizione di Barreto e il colpo di testa di Andelkovic. Nel finale Dybala sfiora il gol con una rovesciata, ma la palla finisce alta.
Il Palermo passa al 9′ della ripresa con Barreto bravo a raccogliere con il destro un cross deviato dalla difesa dell’Avellino, poi chiude la gara al 41′: è un altro centrocampista, Bolzoni, che realizza il raddoppio con un tiro di destro. Nell’Avellino entra Angiulli al posto di Schiavon con Arini che cambia posizione. 25′ è Angiulli a provarci, Sorrentino si oppone con i piedi.Rastelli si gioca la carta Galabinov. E proprio il bulgaro su punizione di Zappacosta sfiora il gol di testa, sulla ribattuta palla in rete ma è fuorigioco. 40′ Castaldo serve Galabinov, sponda per Ciano che al volo calcia alto.
Massimo Rastelli al termine della partita è comunque soddisfatto della partita disputata dai suoi: “Nella prima frazione abbiamo giocato con grande attenzione, senza concedere molto e chiudendo il tempo sullo 0-0. Penso che potevamo sfruttare meglio alcune ripartenze”. L’allenatore degli irpini prosegue ancora: ” E’ un peccato subire gol in determinate situazioni”. Maggiore spregiudicatezza nella seconda parte: “Nella ripresa è stato alzato il baricentro ma non è servito. Ai miei non potevo chiedere nulla di più. Il Palermo è una formazione di categoria superiore e si vede”. In merito alla prestazione offerta da Zappacosta: “Mi è piaciuto molto. Aveva gamba per ripartire, ma è ancora lontano dalla condizione di inizio stagione”. L’analisi al match del tecnico dei lupi si conclude così: “Abbiamo cercato di sfruttare al massimo nostre armi, siamo stati in partita per larghi tratti. Adesso, ci attende la partita contro il Brescia che è una formazione tosta di grande qualità. Dobbiamo essere fiduciosi per cullare il sogno play-off”.
palermo-avellino3 TABELLINO:

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Munoz ( 34′ st Milanovic), Terzi, Andelkovic; Stevanovic (28′ st Pisano), Bolzoni, Maresca, Barreto, Lazaar; Vazquez, Dybala ( 7′ st Lafferty).

A disp: Ujkani, Milanovic, Di Gennaro, Troianiello, Ngoyi, Daprelà, Belotti. All.: Iachini.
AVELLINO (3-5-2): Seculin; Izzo, Fabbro, Pisacane; Bittante, Zappacosta, Schiavon (20′ st Angiulli), Arini, Millesi (34′ st Galabinov); Castaldo, Ciano.
A disp.: Terracciano, De Vito, Togni, Massimo, Ladrière, Peccarisi, Pizza. All.: Rastelli.
ARBITRO: Diego Roca di Foggia.
MARCATORI:10′ st Barreto, 42′ st Bolzoni.
NOTE: Ammoniti: Millesi (A). Espulsi: Angoli:8-4 Palermo. Rec.: 3′ st
palermo-avellino2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *