alpadesa
  
Flash news:   Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore”

Cessione in proprietà e a titolo gratuito degli alloggi comunali di contrada Alvanite, giovedì in Giunta il provvedimento

Pubblicato in data: 15/4/2014 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità, Comune

alvaniteCessione in proprietà e a titolo gratuito degli immobili di edilizia residenziale pubblica dell’ex contrada Alvanite, oggi Madre Teresa di Calcutta.
E’ l’idea alla quale sta lavorando in questi giorni l’Amministrazione Spagnuolo e che si concretizzerà con una delibera di Giunta da approvare entro giovedì prossimo. Stiamo parlando delle case del popoloso quartiere periferico della città, in tutto ben 17 palazzine costruite nel post terremoto per ospitare gli sfollati.
Stiamo lavorando alla cessione gratuita delle abitazioni a contrada Alvanite – anticipa il sindaco Paolo Spagnuolo -. Nei prossimi giorni avrò una riunione con i funzionari comunali per preparare tutti gli atti e poter arrivare all’approvazione già questo giovedì di una delibera di giunta“.
Con la cessione gratuita agli attuali assegnatari il Comune del Sabato punta a risparmiare gli alti costi che annualmente sostiene per la manutenzione di abitazioni ed edifici.
“Innanzitutto intendiamo dare seguito ad una previsione normativa più volte sollecitata anche alle precedenti amministrazioni dai titolari del diritto – afferma il delegato al Bilancio, Domenico Landi -. Ma avrà anche dei risvolti economici positivi sui conti dell’ente, perché divenendo gli attuali assegnatari proprietari degli immobili, dovranno curare personalmente la manutenzione ordinaria e straordinaria. In questo modo vogliamo inoltre stimolare gli inquilini ad una maggiore attenzione verso un bene che diventerebbe proprio”.
Si partirà con una fase sperimentale che interesserà uno o due edifici per poi estendere l’iniziativa a tutto gli aventi diritto. Nell’intento dell’Amministrazione c’è anche la volontà di ripresentare il progetto di riqualificazione di alcuni immobili che non ha ottenuto il via libera al finanziamento regionale.
Una cessione che si va ad aggiungere al piano di alienazione dei beni comunali già avviata e che dovrebbe portare alla vendita del Centro Pmi di via San Lorenzo alla società farmaceutica “Xenus Srl”. Un piano anti-dissesto segnato dalle difficoltà economiche che vive l’Ente di piazza Municipio che raggiunge il pareggio grazie all’alienazione del Centro Servizi per un importo di 2 milioni e 650mial euro) da cui il comune si attende la presentazione di una polizza fideiussoria (bancaria o assicurativa) di circa 2 milioni di euro. Un pagamento in due tranche: una prima da 700 mila euro immediatamente alla stipula dell’atto di vendita e la restante parte più consistente entro 24 mesi. “Siamo in trattativa ed in fase di verifica di eventuali fideiussioni che saranno sottoposte all’attenzione dell’amministrazione – prosegue il delegato al Bilancio -. Avremo molta attenzione nel salvaguardare l’ente assumendo idonee garanzie rispetto alla dilazione richiesta dal potenziale acquirente”.
Alla base dei due provvedimenti la necessità di far quadrare i conti di un bilancio in rosso incassando nuove risorse. Il tutto anche in vista dell’approvazione in Consiglio comunale del Previsionale 2014 che avverrà subito dopo Pasqua così da superare il limite di dover operare in dodicesimi.
“Successivamente all’approvazione del Bilancio di previsione – conclude Landi – saranno approntate delle misure volte al recupero delle morosità riguardanti i conduttori di immobili comunali, sia a livello residenziale che commerciale. Partiremo con i solleciti prima di provvedere alle ordinanze esecutive di sfratto in caso di perpetuarsi delle condizioni di morosità non comprovate da eventuale e idonea documentazione predisposta dagli uffici socio-assistenziali”.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Medaglia di bronzo a Parigi, il maestro D’Alessandro ringrazia l’Amministrazione per il riconoscimento in Comune

Il Maestro D'Alessandro premiato dal Sindaco, avvocato Paolo Spagnuolo, dall'Assessore Antonio Prezioso e dal consigliere comunale, il Signor Pascarosa, presente Read more

Seconda edizione “Premio Elio Parziale”, cerimonia conclusiva con i sette vincitori. Il sindaco: «L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi». Fotoservizio

«L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi ed Elio Parziale, uomo onesto, dedito al lavoro, che ha assunto il Read more

Atripalda in rosa ospita per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. FOTO

Atripalda si è tinta di rosa per ospitare per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. Tra palloncini, Read more

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum a polo culturale dell’Area Vasta. FOTO

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum come attrattore del polo culturale nell’ambito dell’Area Vasta di Avellino. Lo fa alla Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

14 risposte a “Cessione in proprietà e a titolo gratuito degli alloggi comunali di contrada Alvanite, giovedì in Giunta il provvedimento”

  1. Residente di alvanite ha detto:

    Ma chi volete che si prenda quegli alloggi fatiscenti?

  2. ornella ha detto:

    ridicolo il tutto……..CESSIONE IN PROPRIETA’ A TITOLO GRATUITO DI COSA????????….DOVE SONO GLI ALLOGGI???????……DEI PANNELLI PREFABBRICATI ALLO SFASCIO PIU’ TOTALE?…CI VUOLE CORAGGIO SOLO A PENSARLE CERTE COSE…….SPERO CHE GLI ABITANTI DEL QUARTIERI CAPISCANO LA TRUFFA CHE QUESTA CLASSE POLITICA DIRIGENZIALE VUOLE ATTUARE NEI CONFRONTI DI CHI CI ABITA………VERGOGNOSO!!!!!

  3. deluso ha detto:

    Che schifo dare la casa gratuitamente A CHI CAMMINA IN SUV !!!

  4. Rino ha detto:

    Ma sto casatiello a chi o voliti rà.
    Sto servizio o voleva fa già a De Simone e ci Ivo male.

  5. tina ha detto:

    per le persone di alvanite neanche le case regalate vanno bene . andate a lavorare e pagatevi un affitto .

  6. sandro p ha detto:

    a ddo s’è visto mai acquisire una casa gratis? Allora vuol dire che ste case non valgono niente? ammeno ke non vale niente st’amministrazion? da amico

  7. max ha detto:

    andate a lavurar.
    e l’amministrazione faccia dei seri controlli sul tenore di vita degli occupanti.
    se ne vedrebbero delle belle.
    Vedi gente che in BMW o Mercedes va a ritirare i pacchi del Banco Alimentare.
    Vergognateviiiiiiiiiiiiiiii.

  8. e già ha detto:

    Tina purtroppo non tutte le persone hanno la tua disponibilità economica. in questo quartiere popoloso e popolare ci sono persone che lavorano onestamente e che mantengono con molti sacrifici la propria famiglia. quindi prima di parlare al vento ti pregherei di farti un giro da noi e ti farò conoscere molte brave persone e certamente migliori di tante persone che come te hanno la possibilità di pagarsi un affitto.

  9. mario ha detto:

    allora pagatevi un affitto vero

  10. Pasquale ha detto:

    Riunitevi presto, ma state sicuri che cogliti n terra.

  11. TINA ha detto:

    e già …. credo che molti di voi ci marciano . lavori a nero in quelle abitazioni ..tutto sulle nostre spalle . mandate le vostre mogliettine a lavorare regolarmente e con due stipendi tirate avanti . e parlo perchè vi conosco bene . tiratore è un buon quartiere perchè ci sono persone per bene che con sacrifici tengo quel posto in buono stato . ci vorrebbero dei controlli e chi di voi se lo può permettere deve andare via e lasciare spazio alla povera gente .. e voi non lo siete !

  12. e già ha detto:

    Tina veramente non capisco questa sorta di generalizzazione .il marcio si trova dappertutto sia ad alvanite che a tiratore e anche a via Roma, questo non significa che tutti siamo ladri , parassiti o altro. Se sei una persona con un forte senso civico e sei a conoscenza di persone che non meritano di occupare un alloggio popolare vai a denunciare il tutto ai carabinieri e smettila di accusare tutti.

  13. Luciana ha detto:

    I prefabbricati di Alvanite, hanno fatto il loro tempo. È tempo di abbatterli e non di darli a titolo gratuito. Ma chi se li prende quegli appartamenti fatiscenti. Quà nisciuno è fesso.

  14. Residente ha detto:

    Ma i prefabbricati di alvanite non hanno una “scadenza strutturale”? All’epoca della costruzione fu detto che dovevano durare 20 anni….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *