alpadesa
  
Flash news:   Va deserto il secondo esperimento di vendita dei cinque box artigianali di via San Lorenzo mentre torna sul mercato l’ex Centro Pmi Scontro ieri nel Consiglio comunale straordinario di Atripalda: ok al riconoscimento del debito fuori bilancio di oltre un milione di euro legato ad espropri di terreni in via San Lorenzo. Foto Coronavirus, sospese le gare di basket del prossimo turno Capuano: “domani contro la Paganese vincere per salvarci” Inchiesta scuole, al via l’incidente probatorio con il Ctu nominato dal Gip per verifiche di vulnerabilità sismica sull’”Adamo” e “Masi”. Il sindaco: “attendiamo serenamente che si facciano queste ulteriori valutazioni” Furto aggravato e rapina a quattro anziane di Atripalda e Monteforte, i Carabinieri arrestano un 40enne Coronavirus, summit in Prefettura: tamponi anche all’ospedale “Moscati”. Spena: “niente improvvisazioni” Calcio, l’Abellinum gioca ma vince l’Olympic Sospeso il taglio del filare di pioppi di via San Lorenzo ad Atripalda dopo le polemiche e un incontro di ieri all’Utc Coronavirus, ordinanza del sindaco Spagnuolo: “quarantena per chi viene dalle zone focolaio del Nord Italia”

Dal 22 al 25 maggio Fiera del Libro nella Dogana dei Grani

Pubblicato in data: 5/5/2014 alle ore:11:29 • Categoria: CulturaStampa Articolo

palazzo-dogana-2Riconferme e novità per la quinta edizione della Fiera del Libro di Atripalda. Fervono i preparativi per l’organizzazione della kermesse culturale che si svolgerà nella Dogana dei Grani di Atripalda dal 22 al 25 maggio. Quattro giorni di lettura, poesia, fotografia, pittura, giornalismo a confronto con gli esperti e gli studiosi che hanno riconfermato la loro presenza: su tutti il filosofo napoletano Aldo Masullo, diventato ormai il vero e proprio “padrino” della manifestazione, organizzata dall’Associazione culturale “Cento Uomini d’Acciaio” di Atripalda, la Casa editrice il Papavero e il settimanale Abellinum.
Oltre a Masullo hanno già confermato la propria presenza l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, lo scrittore e filosofo Nino Daniele, il senatore e giornalista Sergio Zavoli, vera e propria icona della Rai, il giornalista Rai Renato Parascandalo, e, novità di primissimo piano di quest’anno, l’oncologo di fama internazionale, il dott. Cesare Gridelli, ospite nei giorni scorsi della trasmissione televisiva Porta a Porta di Bruno Vespa, dove ha presentato il suo ultimo libro.
Ma il prestigiosissimo parterre di ospiti sarà arricchito anche da Corrado Taranto, figlio e nipote d’arte (suo padre grandissimo caratterista teatrale e suo zio indimenticabile attore comico napoletano al pari del mito Totò) e che presenterà il suo ultimo libro, edito dalla Casa editrice il Papavero e Gianni Mauro artista storico salernitano dei Pandemonium che ha visto diverse collaborazioni con Gigi proietti, Rino Gaetano, Ninetto Davoli e che per il Papavero ha pubblicato “La cameretta dei pensieri scomposti” La manifestazione, così come avvenuto in tutte le precedenti edizioni, sarà totalmente gratuita sia per gli scrittori (oltre un centinaio da tutta Italia) che per i visitatori: fondamentale sarà la presenza delle scuole atripaldesi e di quelle dei comuni limitrofi.
«Anche quest’anno, grazie a uno grande sforzo organizzativo ed economico, riproporremo una kermesse di grande spessore culturale e didattico – spiega Ciro De Pasquale, giornalista professionista e presidente dell’Associazione Culturale “Cento Uomini d’Acciaio – ho personalmente richiesto l’aiuto e la collaborazione delle associazioni presenti sul territorio, partendo anche da offerte e dichiarazioni rilasciate pubblicamente. Per ora, non abbiamo ricevuto risposte ma resto speranzoso e rinnovo a loro il nostro invito, perché la fiera deve essere una manifestazione di tutti e per tutti. Ringrazio l’Amministrazione comunale di Atripalda e le Istituzioni che hanno dimostrato interesse e, in particolare, la responsabile della Dogana dei Grani, Paola Apuzza, il cui entusiasmo e disponibilità sono state la linfa vitale nei momenti di scoramento. Indispensabile, però, è la sinergia con la Casa editrice il Papavero e con Donatella De Bartolomeis che, rischiando ancora una volta il tutto per tutto, ha deciso di organizzare un evento che pone al centro della scena lo scrittore, piuttosto che l’editore».
«La Fiera, sin dal suo esordio a Mercogliano nel 2010, ha visto al centro il lettore e lo scrittore. Nasce fondamentalmente dal desiderio di un confronto costruttivo tra coloro che la cultura la vivono tutti i giorni al di là delle manovre commerciali e pubblicitarie indispensabili per chi della cultura ne ha fatto un mestiere. La Fiera è un’occasione per tutti e una possibilità di crescita per ognuno di noi, è per questo che mi sento di ringraziare le poche persone che mi hanno affiancato in questa impresa titanica, tutte persone che si sono mosse per amore della Cultura, dei giovani e del territorio, gratuitamente, spesso rimanendo dietro le quinte, ma sempre pronti a mettere a disposizione della comunità competenze, energie e fantasia. Se la gente capisse che la Fiera è un evento loro non nostro, un bene comune, allora, solo allora potrà divenire motivo di orgoglio per la nostra terra. Vi aspettiamo in tanti, tutto questo è per voi. » Nei prossimi giorni sarà diffuso il programma completo della manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *