alpadesa
  
Flash news:   Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante Messa in suffragio del priore Giovanni Iannaccone questo pomeriggio nella chiesa di San Nicola da Tolentino Emergenza climatica, assemblea pubblica ieri sera nell’ex sala consiliare: il Comune pronto ad accogliere la richiesta di Idea Atripalda. Foto Conclusi i lavori di rifacimento del manto stradale in via Manfredi e via Tufarole. I cittadini chiedono la sistemazione dei marciapiedi. FOTO Riammesse al gratuito patrocinio dopo quattro sentenze di proscioglimento emesse da quattro Gup diversi Inaugurata la statua di Padre Pio a via Marino Caracciolo. Foto «Cimarosa Young Sinfonietta», sabato 12 ottobre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Martire

Così non va, ancora degrado per la sorgente Acquachiara: la segnalazione di un cittadino

Pubblicato in data: 7/5/2014 alle ore:07:05 • Categoria: Così non vaStampa Articolo

sorgente acquachiaraGentile direttore e redazione di Atripaldanews,
sono un cittadino Atripaldese e con la presente volevo segnalarle una criticità afferente al decoro urbano, che a quanto ricordi, la sua testata giornalistica ha già trattato dedicando uno spazio nella rubrica “Così non va” del 18/1/2011. Parlo della sorgente di contrada Acquachiara. Sabato pomeriggio, nel corso di una piacevole passeggiata ho raggiunto il suddetto posto per poter godere un pò della sua fresca acqua. Purtroppo lo scenario che mi si è palesato è stato abbastanza desolante. L’intera area antistante l’acqua sorgiva era completamente allagata con una marcata area maleodorante, non consentendo nè al sottoscritto nè ad altri passanti di potervi accedere, denotando evidenti problemi fognari. E’ sintomatico che a distanza di 3 anni e con due amministrazioni comunali succedutesi, il problema sussista. Da cittadino esprimo il mio personale rammarico verso un angolo di città particolarmente piacevole, specie nel periodo estivo, meta di cittadini alla ricerca di refrigerio e di pace. Speranzoso che questa mia segnalazione possa sollecitare chi di dovere a ripristinare l’area e perchè no, aggiungendo qualche panchina, cordialmente la saluto.

Un cittadino

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Così non va, ancora degrado per la sorgente Acquachiara: la segnalazione di un cittadino”

  1. Rocco ha detto:

    Caro cittadino,
    questi sono gli amministratori di Atripalda. Li dobbiamo subire per altri tre anni.

  2. ? ha detto:

    qua:-> kella:->fontana:->non è mai stata veramente:? collaudata:->

  3. ciao ha detto:

    a me st’acqqua nun mi piace:- >

  4. Maria ha detto:

    Acqua chiara, non è il solo problema di degrado. Basta girare per Atripalda.
    Ma siccome Amministratori, tecnici e vigili stanno a riposo, il risultato è. Questo. Bisogna avere pazienza, e saper votare la prossima volta.

  5. Nappo Carmela ha detto:

    Sono daccordo per quello che ha detto Maria

  6. bii ha detto:

    ka al degrado non vi è mai fine:- <
    : gli italiani so troppo spuorki:- (

  7. antonio parente ha detto:

    Purtroppo l’attuale classe politica è inefficiente ed incapace di affrontare e risolvere i problemi, bisogna cambiare dando fiducia ad altre persone.

    antonio parente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *