alpadesa
  
sabato 31 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, nuovo record in Italia: sono 31.084 i nuovi contagi Coronavirus, altri cinque contagi ad Atripalda e 137 nuovi casi in Irpinia Coronavirus, da lunedì in Campania chiudono anche le scuole dell’Infanzia L’AssoApi di Roma si aggiudica la gestione per un anno del Farmer Market di Atripalda. L’assessore Musto: “Il Comune incasserà oltre dieci mila euro” Minaccia una coppia di vicini a contrada Alvanite: 55enne di Atripalda assolto dal Giudice Ognissanti e Commemorazione dei defunti: misure anti-contagio al Cimitero di Atripalda Coronavirus, comunicato del Sindaco di Atripalda sui 31 contagiati in città: “la buona parte non presenta sintomi” Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 4 casi ad Atripalda. In provincia sono 187 i positivi Farmer Market di Atripalda, ok alla gestione annuale Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia

Al Partenio l’Avellino batte lo Spezia e ritrova i playoff. Fotoservizio

Pubblicato in data: 10/5/2014 alle ore:20:58 • Categoria: Avellino Calcio

avellino-spezia1Al Partenio l’Avellino batte lo Spezia e ritrova i playoff. I lupi di Massimo Rastelli con la vittoria riacciuffano l’ottavo posto in classifica a 55 punti.
Il mister si affida al modulo 4-3-1-2 con il duo d’attacco Castaldo-Galabinov.
Parte bene l’Avellino che prova a colpire sin dai primi minuti di gioco. Al
23′ D’Angelo lancia Schiavon in area che di testa serve Galabinov al centro. Il bulgaro da due passi non perdona. Il raddoppio arriva al 31′ del primo tempo quando Schiavon, con una doppia conclusione non fallisce. Il centrocampista batte così a rete.
Nel secondo tempo i lupi gestiscono bene il risultato tra l’entusiasmo del Partenio-Lombardi con lo Spezia che non punge mai in attacco.
Finisce tra gli applausi con i lupi che già proiettati alla gara di martedì sera, di nuovo al Partenio, contro il Trapani.
avellino-spezia5“Abbiamo disputato tre ottime gare. Oggi è stato un primo tempo fantastico sotto l’aspetto tattico, tecnico e anche atletico. L’azione del secondo gol la proviamo spesso in allenamento”. A fine gara commenta così Massimo Rastelli. “La squadra è viva. Vogliamo regalare qualcosa di storico a tutti. La squadra è in grande condizione. Fisicamente non siamo mai calati. Abbiamo ripreso il filo mentale interrotto in qualche gara”. Sul primo tempo della sua squadra l’allenatore di Torre del Greco afferma: “Ho cercato di dare a questi ragazzi una mentalità vincente. I ragazzi sanno che non devono accontentarsi. Ci sono partite che riescono alla perfezione. Il segreto sta nel riuscire a finalizzare le occasioni. Anche oggi potevamo segnare qualche altro gol. Ho visto determinazione e voglia. I ragazzi sono stati bravi a rimanere in partita. Siamo stati bravi a non concedere ripartenze. Bravi a frenare Ferrari ed Ebagua. Ripeto, è stata una partita perfetta”.
avellino-spezia2
TABELLINO: AVELLINO – SPEZIA : 2-0

AVELLINO (4-3-1-2): Seculin; Zappacosta, Decarli, Fabbro, Pisacane (33’st Bittante); D’Angelo, Togni (26’st Arini), Schiavon; Ladrière (18’st Angiulli); Castaldo, Galabinov. A disp: Di Masi, Izzo, Soncin, Millesi, Biancolino, Ciano. All. Rastelli
SPEZIA (4-4-2): Leali; Madonna, Lisuzzo, Magnusson, Migliore; Scozzarella (15’st Culina), Gentsoglou (28’st Bellomo), Sammarco, Seymour (34’pt Schiattarella); Ferrari, Ebagua. A disp: Valentini, Culina, Carrozza, Catellani, Baldanzeddu, Appelt, Orsic. All. Mangia.
ARBITRO: Ostinelli di Como.
Guardalinee: Peretti e Manzini.
Quarto uomo: Saia di Palermo.
MARCATORI: 23′ pt Galabinov (A), 30′ pt Schiavon (A).
AMMONITI: Zappacosta (A), Sammarco (S), Gentsoglou (S), Arini (A).
NOTE: Spettatori: 5.000 circa. Angoli: 5-6. Recupero: 1′ pt; 6′ st.
avellino-spezia3avellino-spezia4

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *