alpadesa
  
Flash news:   L’associazione ACIPeA alla ribalta degli appuntamenti estivi Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, domani messe in piazza Umberto I ad Atripalda con il vescovo Aiello Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi

Basket, la Sidigas Avellino chiude con una vittoria un campionato deludente. Vitucci:”Resterò sulla panchina Biancoverde”

Pubblicato in data: 12/5/2014 alle ore:00:03 • Categoria: Avellino Basket

img_3506Finisce con una vittoria, in un pala Del Mauro deserto, il campionato della Sidigas Avellino. E’ inutile dire che dai biancoverdi in questa stagione si aspettava molto di più anche per il ritorno a casa di coach Vitucci, ma così non è stato e cala il sipario su una stagione in cui la società e i tifosi si erano posti come obiettivo minimo il raggiungimento dei play off. Emblematico lo striscione che gli original fans hanno esposto durante la gara:”De Cesare, unica certezza da cui ripartire”. E il patron risponde mandando baci alla curva. Ripartire innanzitutto da coach Vitucci che in sala stampa ha annunciato che sarà l’allenatore della Scandone anche il prossimo anno. Per quanto riguarda la partita la Sidigas ha battuto Reggio Emilia con il punteggio di 82 a 74. La partita ha visto gli irpini stare davanti in tutti i parziali del match. La partita è stata molto equilibrata in tutti i tempi e che ha visto la scandone mettere in modo deciso la testa avanti nell’ultimo quarto in cui coach Vitucci ha fatto giocare insieme n ell’ultimo minuti tre giovanissimi atleti provenienti dal settore giovanile. Finisce la gara con Reggio Emilia che festeggia l’acceso ai play off e la Sidigas che da appuntamento all’anno prossimo. In sala stampa coach Vitucci sottolinea la buona gara dei suoi che finalmente hanno seguito le sue indicazioni. Intanto la società ha indetto per domani alle 16 e 30 una conferenza stampa al pala Del Mauro per tracciare un bilancio sulla stagione appena conclusasi e quella del prossimo anno che verrà sperando che sia quella del riscatto.img_3510

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
L’Atripalda Volleyball batte Martina e consolida il settimo posto

Si chiude con una vittoria, netta, per 3 a 0 contro la Pallavolo Martina il girone d’andata nel campionato nazionale Read more

Net&Atripalda Volley da batticuore: l’Indomita deve arrendersi al tie-break

L’avvio di stagione del Net&Atripalda Volley non è adatto ai deboli di cuore. Infatti i ragazzi di Lauri nelle ultime Read more

Coppa Campania, il Net&Atripalda Volley batte l’Olimpica e si qualifica alla seconda fase

Pronto riscatto per il Net&Atripalda Volley che con un netto 3 a 0 batte la Gs Olimpica e passa al Read more

I Divisione, la Green Volley vola verso i play-off: battuta anche Solofra

Ancora una grande prova della Green Volley che batte Solofra e si avvicina sempre di più alla conquista dei play-off. Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *