alpadesa
  
Flash news:   Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto

Sorpresi con fucili a canne mozze in auto in pieno centro: c’è l’ombra di un sodalizio criminale. Indagano Carabinieri e Procura

Pubblicato in data: 16/6/2014 alle ore:13:00 • Categoria: Cronaca

carabinieri-notte

Un episodio di cronaca che lascia interdetti quello che si è verificato qualche giorno fa, nel pieno centro di Atripalda, in via San Nicola: durante un normale controllo notturno alla circolazione stradale, infatti, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un uomo, trovato in possesso di due fucili a canne mozze, con matricola abrasa, e un ingente quantitativo di munizionamento, e deferito in stato di libertà altre persone che erano a bordo della sua autovettura.
I militari, insospettiti dagli atteggiamenti tenuti dai quattro, decidevano di effettuare un controllo i cui esiti finali li hanno lasciati esterrefatti: durante la perquisizione veicolare, infatti, venivano alla luce armi e munizioni palesemente alterate, come si trattasse di una scena di un film poliziesco. Purtroppo, però, era pura realtà: l’accaduto sta a testimoniare che, certamente, dietro ai quattro soggetti oggetto della perquisizione c’è dell’altro, sia in termini di potenziale offensivo che in termini di organizzazione criminale. Si, organizzazione criminale: le armi rinvenute lasciano presupporre agli investigatori, attualmente coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, che si tratti soltanto della punta di un iceberg fatto di un’associazione per delinquere, ben strutturata e radicata sul territorio, che si riteneva essere estinta e che invece mostra il proprio potenziale offensivo, sintomo di estrema vitalità e operatività.
Sono dunque giorni di intensissima, frenetica attività per i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e per la Procura irpina: una vera e propria corsa contro il tempo, tesa a smantellare il sodalizio criminale con severi provvedimenti restrittivi in carcere, che non si esclude possano arrivare già nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, il Pm chiede il rinvio a giudizio: udienza preliminare il 20 maggio. Ecco tutte le somme contestate ai quattro dipendenti infedeli

Fissata l’udienza preliminare per  l’inchiesta sulle buste paga gonfiate al Comune di Atripalda. Il Gip, dottor Fabrizio Ciccone, letta la Read more

Non ce l’ha fatta Orazio Gaeta, 58enne atripaldese che dopo Natale aveva tentato di farla finita. Domani l’autopsia disposta dalla Procura

Ha lottato tra la vita e la morte per oltre un mese in un letto dell’ospedale dopo aver bevuto acido Read more

Tragedia di Natale, questo pomeriggio i funerali del 35enne nella chiesa di Sant’Ippolisto

Si svolgeranno questo pomeriggio i funerali di Luca Preziosi, il 35enne di Atripalda morto per una crisi cardiorespiratoria nel giorno di Read more

Giallo sulla morte del 35enne di Alvanite, la Procura apre un’inchiesta: oggi l’autopsia chiarirà le cause del decesso

Sarà l'autopsia  di questa mattina a chiarire le cause della morte del 35nne atripaldese  scomparso prematuramente il giorno di Natale Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *