alpadesa
  
domenica 22 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

Sorpresi con fucili a canne mozze in auto in pieno centro: c’è l’ombra di un sodalizio criminale. Indagano Carabinieri e Procura

Pubblicato in data: 16/6/2014 alle ore:13:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

carabinieri-notte

Un episodio di cronaca che lascia interdetti quello che si è verificato qualche giorno fa, nel pieno centro di Atripalda, in via San Nicola: durante un normale controllo notturno alla circolazione stradale, infatti, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un uomo, trovato in possesso di due fucili a canne mozze, con matricola abrasa, e un ingente quantitativo di munizionamento, e deferito in stato di libertà altre persone che erano a bordo della sua autovettura.
I militari, insospettiti dagli atteggiamenti tenuti dai quattro, decidevano di effettuare un controllo i cui esiti finali li hanno lasciati esterrefatti: durante la perquisizione veicolare, infatti, venivano alla luce armi e munizioni palesemente alterate, come si trattasse di una scena di un film poliziesco. Purtroppo, però, era pura realtà: l’accaduto sta a testimoniare che, certamente, dietro ai quattro soggetti oggetto della perquisizione c’è dell’altro, sia in termini di potenziale offensivo che in termini di organizzazione criminale. Si, organizzazione criminale: le armi rinvenute lasciano presupporre agli investigatori, attualmente coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, che si tratti soltanto della punta di un iceberg fatto di un’associazione per delinquere, ben strutturata e radicata sul territorio, che si riteneva essere estinta e che invece mostra il proprio potenziale offensivo, sintomo di estrema vitalità e operatività.
Sono dunque giorni di intensissima, frenetica attività per i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e per la Procura irpina: una vera e propria corsa contro il tempo, tesa a smantellare il sodalizio criminale con severi provvedimenti restrittivi in carcere, che non si esclude possano arrivare già nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *