- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Crisi al Comune, il Comitato Renzi-Progetto Atripalda attacca: “è il fallimento di un progetto politico-amministrativo. Il Pd sia guida o si vada al voto”

progetto-atripalda-troisi-e-zainoIl Comitato Renzi “Progetto Atripalda” esprime forti perplessità per il modo in cui è stata gestita politicamente e amministrativamente la vicenda legata all’adozione del Regolamento Comunale per l’applicazione del “Decreto Sviluppo”. E’ stato sconcertante vedere il suddetto Regolamento inserito nell’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale, nonostante il parere contrario del responsabile del Settore Urbanistico-Ambientale del Comune di Atripalda, a cui il Testo Unico degli Enti Locali (Decreto Legge 267/2000), nell’ambito della separazione delle competenze tra indirizzo politico e gestione amministrativa, attribuisce la responsabilità dell’applicazione e delle interpretazioni delle leggi dello Stato. Sarebbe stato utile e necessario che l’amministrazione, prima di portare il Regolamento in Consiglio Comunale, avesse dimostrato, sulla base di elementi giuridici oggettivi, l’infondatezza del parere contrario che poi è stato espresso dall’organo tecnico. Purtroppo, ciò non è avvenuto e abbiamo dovuto assistere ad un insolito ed inspiegabile “braccio di ferro” tra la maggioranza ed il responsabile del Settore Urbanistico-Ambientale che ha avuto come conseguenza le dimissioni di quest’ultimo dalla funzione dirigenziale!!!. A tal proposito, è stato davvero sorprendente leggere sulla stampa le dichiarazioni rese dal Sindaco sui possibili motivi che avrebbero indotto alle dimissioni il funzionario comunale, che noi, invece, reputiamo tecnico di sicura affidabilità, di notevole competenza professionale, di grande equilibrio e di spiccata onestà intellettuale.
La decisione dell’U.D.C. di ritirare i propri assessori dalla Giunta e di consegnare le deleghe conferite ai propri consiglieri comunali testimonia, dopo appena due anni dall’insediamento, il fallimento politico-amministrativo di un progetto che è nato nel 2012 dall’alleanza tra partiti molto diversi tra loro. Oggi, quei partiti hanno l’opportunità di aprire, finalmente, una seria verifica politico-programmatica. Alla fine di questo percorso riteniamo che il PD, anche alla luce degli ultimi risultati elettorali favorevoli, o assume la responsabilità di guidare una nuova alleanza, rinnovata in termini di forze politiche che la sostengono, di obiettivi da raggiungere e di composizione della Giunta, oppure esce dalla maggioranza per andare immediatamente a nuove elezioni comunali. Continuare a mantenere in vita per altri tre anni un’amministrazione inconcludente, dipendente dai mutevoli scenari politici provinciali e dilaniata da eccessive ambizioni personali, sarebbe la scelta peggiore per il futuro della nostra città.

Il Comitato Renzi
“Progetto Atripalda”

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: