alpadesa
  
domenica 19 gennaio 2020
Flash news:   I residenti di Alvanite si incontrano per discutere sullo stato di fatto delle abitazioni e sul degrado della contrada di Atripalda Non si potrà più sostare di giorno e di notte in piazza Tempio Maggiore  ad Atripalda: firmata l’ordinanza del Comando di Polizia municipale Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Guardando dentro e fuori di noi” il calendario testamento di Peppino Pennella La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Truffa all’Inps, false assunzioni ed evasione: cinque arresti a Benevento. Indagati anche ad Atripalda Omicidio De Cristoforo, Luigi Viesto condannato a dieci anni di reclusione Inquinamento ad Atripalda, l’attivista del M5s Federico Giliberti chiede centraline fisse per monitorare la qualità dell’aria Dolore e lacrime nel giorno dell’addio al docente, scrittore e poeta Goffredo Napoletano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno: uno in territorio Atripalda

Il Mattino, i collaboratori in stato di agitazione

Pubblicato in data: 19/7/2014 alle ore:07:25 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

il_mattino_logo1Costituito coordinamento dei collaboratori del Mattino di Avellino contro la decurtazione dei compensi. Proclamato lo stato di agitazione.
Inaccettabile decisione unilaterale, da mercoledì astensione dal lavoro
Si è costituito questa mattina il Coordinamento provinciale dei giornalisti collaboratori del “Mattino” di Avellino, a seguito della comunicazione ricevuta dal direttore, Alessandro Barbano, con la quale si annunciava la riduzione dei compensi.
Il coordinamento provinciale costituito da oltre 50 collaboratori della redazione di Avellino ha inviato nel pomeriggio un documento allo stesso direttore, al Comitato di redazione ed alle 5 redazioni provinciali, con il quale si annuncia lo stato di agitazione.
Il Coordinamento ritiene inaccettabile la decisione unilaterale del direttore e dell’azienda, considerato il ruolo essenziale e decisivo dei collaboratori nella fase di lavorazione del prodotto editoriale e a garanzia dei livelli qualitativi.
“Decidere improvvisamente, senza alcuna spiegazione nel merito, di imporre ai collaboratori una decurtazione dei compensi è un atto che lede la dignità personale e professionale dei giornalisti, che con fermezza respingiamo – afferma il documento, che aggiunge – una simile operazione è il frutto avvelenato del vergognoso accordo sottoscritto in questi giorni dalla Fnsi, dalla Fieg e dall’Inpgi per le collaborazioni coordinate e continuative nel settore dell’editoria on-line e, più in generale, della svendita dei diritti alla quale assistiamo da diversi anni nel mondo del lavoro, soprattutto di natura intellettuale. Tutelare la dignità degli operatori dell’informazione significa anche difendere la qualità, l’indipendenza e la democrazia dell’informazione, che è in primis un diritto dei lettori.
Il coordinamento rivendica e chiede all’azienda di rendere collettiva e non individuale la contrattazione, fornire le giustificazioni riguardo alla decurtazione annunciata, i criteri economici e l’entità della decurtazione, oltre a esplicitare quali sarebbero le economie derivanti da tale decurtazione.
Il coordinamento ha inoltre preannunciato che lo stato di agitazione proclamato oggi, proseguirà a partire da mercoledì 23 luglio, con l’astensione dalla prestazione di collaborazione e da ogni attività lavorativa, in caso di insufficienti o peggio ancora mancate risposte da parte dell’azienda e del direttore.
Il documento inoltre, si chiude con l’auspicio di riscontrare “la solidarietà dei giornalisti in organico e di tutti i dipendenti dell’azienda editoriale del “Mattino” a sostegno alla nostra mobilitazione per riaffermare unitariamente le ragioni irrinunciabili di salvaguardia del lavoro e di tutela della professione giornalistica.
Il Coordinamento di Avellino, inoltre, ha già avviato i contatti con i collaboratori delle altre redazioni provinciali, per concordare altre forme di protesta e di rivendicazione dei propri diritti.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *