alpadesa
  
Flash news:   “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto Porta i cani nell’ex scuola di Rampa San Pasquale interdetta al pubblico, fermato dai Vigili Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Non bastano i rinforzi, Scandone sconfitta ancora a Corato Pari a reti bianche nel derby con la Cavese. Capuano: «Dovevamo vincerla» Il Consiglio d’Istituto del Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda elegge presidente Roberto Savarese ribaltando l’esito delle elezioni suppletive. Due genitori allontanati dai Vigili Laurea con lode di Francesca Bellizzi, auguri

Auto incendiata, trovata bottiglietta con liquido infiammabile. Indagano i Carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 7/8/2014 alle ore:07:38 • Categoria: CronacaStampa Articolo

stazione-carabinieri-atripaldaSempre più accreditata la pista del dolo alla base dell’incendio dell’auto verificatosi nella notte in contrada Pettirossi ad Atripalda. L’episodio si è verificato intorno alle ore 2 della notte tra lunedì e martedì in una zona di campagna, lontano dal centro cittadino, ai danni dell’autovettura di proprietà di N.C. giovane ventenne atripaldese. L’auto, una Golf parcheggiata all’aperto nei pressi dell’abitazione, è stata completamente avvolta dalle fiamme che hanno distrutto la carrozzeria e anche gli interni. L’incendio è stato spento grazie all’intervento dei Caschi Rossi allertati dal giovane proprietario che per primo ha cercato di domare il rogo. Sul posto oltre ai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di contrada Quattrograne anche i Carabinieri della Stazione di Atripalda diretti dal vice comandante Maresciallo Giuseppe Sullutrone che sta coordinando le indagini sull’accaduto per risalire alle cause che hanno determinato l’incendio e stabilire così se siano di natura accidentale o riconducibili ad azione dolosa. Nei pressi dell’autovettura è stata rinvenuta, infatti, anche una bottiglietta contenente del liquido infiammabile che farebbe pensare alla natura volontaria dell’episodio. Al vaglio degli inquirenti, a lavoro per effettuare tutti i rilievi del caso e che al momento non escludono alcuna pista, tutto il materiale raccolto nella zona intorno alla vettura. Per capire quale sia il movente che avrebbe potuto spingere ignoti ad appiccare il rogo che ha distrutto l’autovettura naturalmente saranno valutate anche le dichiarazioni del proprietario in modo da capire se il danno può essere riconducibile agli ambienti frequentati dal giovane o se si tratti di una fatalità di natura accidentale. Riguardo l’accaduto la vittima ha sporto regolare denuncia alle autorità competenti che procederanno d’ufficio. Non si placa, così, l’ondata di delinquenza nell’hinterland avellinese, solo poche settimane fa furono sottratti ben 13 computer dal liceo scientifico «De Caprariis». La stessa famiglia del giovane nel gennaio del 2012 fu scossa da un terribile evento. Il padre del ragazzo, infatti, sparò e uccise a morte la moglie al culmine di un violento litigio ed è al momento detenuto presso la casa circondariale di Bellizzi Irpino per scontare una pena di 9 anni di reclusione. Intanto proseguono le indagini per fare chiarezza su quanto accaduto l’altra notte.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *