alpadesa
  
domenica 26 gennaio 2020
Flash news:   Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini I volontari dell’Associazione Alvanite al fianco dei pazienti dell’Hospice di Solofra Arrestato Vincenzo Schiavone proprietario della Clinica Santa Rita Nuovo main sponsor per la squadra di ciclismo A.S. Civitas di Atripalda

La notte di S. Lorenzo nei versi di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 9/8/2014 alle ore:17:19 • Categoria: CulturaStampa Articolo

notte-di-san-lorenzoLa notte di Lorenzo

Stelle in fuga dall’alto del cielo

alle profonde immensità dei mari,

ditemi, cosa si augurano i passanti,

nella notte d’Agosto con il naso

per aria a cercare ,intravedere la striscia

di luce che induce a chiedere

che il più vero desiderio s’avveri.

Così passa l’estate tra le case

nella notte degli amanti, disperati,

in contro al futuro e per buona fortuna.

E pur ti si invoca dai lumi spenti

delle segrete, Lorenzo, santo

dei posti in vincoli e sai cosa da questi

ci si aspetta, una speranza estrema,

che non verrà.La libertà.

Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 votes, average: 4,80 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “La notte di S. Lorenzo nei versi di Gabriele De Masi”

  1. crestone ha detto:

    Mi sono cari i versi, in genere: questi in particolare ! Ricorderà chi li ha scritti, perchè a lui più vivi, albe in balcone, a via Roma ad attendere mamme che ci accompagnassero in “cupa” a sentire Messa e assaporare melone e cancellate.

  2. bii ha detto:

    il mio “commento” è :- >
    “sono significativi soprattutto gli ultimi versi(laddove si usa il “termine” libertà)
    comunque Le faccio miei vivi complimenti: – <

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *