marted� 16 luglio 2024
Flash news:   Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello” Dolore ad Atripalda per la scomparsa dell’ex consigliere Emilio Moschella: lunedì i funerali Due 30enni atripaldesi accusati di resistenza a pubblico ufficiale in concorso: uno evita il processo  e l’altro viene condannato a 9 mesi di reclusione Maratona dles Dolomite, la prima volta del team Eco Evolution Bike Dal 12 luglio scatta il ritiro nel comune di San Gregorio Magno Comune di Avellino, il discorso d’insediamento del sindaco Laura Nargi: “Sarò al fianco di tutti” 49enne residente ad Atripalda rinviato a giudizio per maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia minore

Azione Cattolica dei Ragazzi: una festa e una giornata “tutta da scoprire”

Pubblicato in data: 10/10/2014 alle ore:23:56 • Categoria: Attualità

festa-del-ciao-azione-cattolicaSono finite da qualche mese le vacanze! Con il mese di settembre riprende il ritmo normale dell’anno. Si incontrano i compagni di scuola, gli insegnanti: molti ritrovano volti già noti, altri fanno conoscenze nuove; tutti ricominciano; la scuola, anche con l’impegno che chiede, promette scoperte nuove ed accompagna in mondi inesplorati. Riprendono anche le attività pastorali in parrocchia: gli educatori chiamano a raccolta i ragazzi, si rivedono i compagni di gruppo, si raccontano le esperienze vissute. Ci si ritrova per riprendere la vita associativa e continuare l’avventura dell’ACR. E’ un modo singolare, unico quello dell’Azione Cattolica Ragazzi per ricominciare! E’ la FESTA DEL CIAO che dà inizio alle attività formative dei gruppi ACR. Per quanti, in questi anni, hanno fatto parte dell’ACR ,e sono tanti, è un’esperienza che con un pizzico di nostalgia dei bei tempi passati, per le esperienze belle condivise che non si dimentica facilmente. E’ un appuntamento, diventato tradizione, che i bambini e i ragazzi dell’Azione Cattolica della parrocchia di Sant’Ippolisto insieme a tutti gli altri acierrini d’Italia, guidati dai loro educatori e accompagnati dai loro genitori, vogliono condividere con tutta la comunità e con tanti amici per raccontare la bellezza di essere associazione e vivere un’autentica esperienza cristiana all’interno della comunità. Ciao, allora, semplice parola che indica saluto, amicizia, diventa per l’ACR anche accoglienza, condivisione, appartenenza. Appartenenza prima di tutto ad una comunità ,ad un gruppo in cui ciascuno è aiutato a scoprire, a valorizzare le potenzialità e le ricchezze uniche e irripetibili che possiede e a diventare dono per l’altro. L’appuntamento e l’invito per piccoli e grandi è per domenica 12 ottobre 2014 • per scoprire e vivere insieme una giornata all’insegna della festa e del divertimento; • per scoprire la ricchezza e la bellezza del confronto e del dialogo intergenerazionale anche all’insegna del gioco; • per scoprire quanto è bello essere famiglia e condividere con i propri figli un cammino di fede per essere testimoni credibili. Altro??? E’ “TUTTO DA SCOPRIRE” Vi aspettiamo, per realizzare insieme nuove e importanti SCOPERTE.

Don Enzo e l’Azione Cattolica della Parrocchia Sant’Ippolisto M.manifesto-2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una risposta a “Azione Cattolica dei Ragazzi: una festa e una giornata “tutta da scoprire””

  1. enrico ha detto:

    L’Azione cattolica è un grande movimento, che coinvolge l’aderente nella totalità della sua esperienza comunitaria, sia essa parrocchiale, politica, sociale, culturale, ed è quindi un modo di crescere nella fede e di filtrare la vita sociale in tutte le sue dimensioni attraverso la meravigliosa esperienza cristiana.
    Ad Atripalda è stata ridotta ad un modo di fare il catechismo giocando… e ho detto tutto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *