alpadesa
  
Flash news:   Abellinum, presentata la convenzione di valorizzazione del parco archeologico tra Comune, Soprintendenza e Università. Il soprintendente Casule: “occasione di sviluppo per la comunità”. FOTO L’Avellino batte il Picerno: tredicesima vittoria consecutiva e semifinali scudetto Elevate quantità di mercurio nel fiume Sabato, dopo Avellino anche Atripalda vieta il prelievo e l’utilizzo dell’acqua Tre Consorzi dei Servizi Sociali di tre province campane uniti nel progetto “Banda Larga antiviolenza2.0” a tutela delle donne. FOTO Playoff, non riesce il secondo colpaccio esterno alla Sidigas Sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno: libero 27enne atripaldese Abellinum, nuova campagna di scavo hi tech con laser e droni: mercoledì in Comune i dettagli del progetto “Diver-T9”, grande entusiasmo e partecipazione per la seconda edizione in ricordo di coach Matarazzo Bucaro: «Abbiamo meritato l’ennesima vittoria» Maffezzoli: “la vittoria in Gara 1 ci dà la carica per stasera”

Alla Clinica Santa Rita il professor Alessio Fasano della Harvard Medical School esperto di celiachia

Pubblicato in data: 15/10/2014 alle ore:14:34 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

casa-di-cura-santa-rita-taccone

Alla Casa di Cura Santa Rita di Atripalda la visita del professor Alessio Fasano della Harvard Medical School, uno dei maggiori esperti internazionali della celiachia e degli patologie legate al glutine di grano.

Fasano, nel 1996, ha fondato il primo Centro di Ricerca degli Stati Uniti per la celiachia, ora è collocato presso il MassGeneral Hospital di Boston e al suo interno si offre lo “stato dell’arte” per ciò che riguarda la ricerca, l’esperienza clinica e l’educazione per pazienti di tutte le età; è inoltre visiting professor alla Harvard Medical School.

Prima di recarsi all’Isa CNR di Avellino, Fasano è venuto alla Santa Rita per incontrare il presidente prof. Walter Taccone, la resp. della Qualità prof. Virginia Mazzon e il resp. della Gastroenterologia prof. Gaetano Iaquinto.

Il prof. Fasano ha voluto prendere contatto con la Santa Rita e con la Fondazione Nicola Taccone per coinvolgerla in una iniziativa molto importante già in corso di svolgimento da quattro anni.

“Abbiamo individuato – ha spiegato -un filone di ricerca a “alto rischio” ma, in caso di successo, ad altissimo ritorno. Abbiamo infatti avviato un discorso molto ambizioso, un centro di ricerca a Salerno coinvolgendo il Comune e l’Università di Salerno, il CNR di Avellino oltre che il MassGeneral Hospital e la Harvard Medical School. Vogliamo essere un valore aggiunto, aggregando in maniera agile strutture che, altrimenti, avrebbero difficoltà a parlarsi, valutare grandi numeri di pazienti per stabilire le relazioni esistenti tra alimentazione e alcune patologie, tra nutrizione e stato di salute, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. E’ evidente, infatti, che certe patologie sono la conseguenza di cambiamenti troppo repentini cui l’uomo non si è geneticamente adattato. Vogliamo inoltre, essere un’opportunità anche per i giovani e valenti ricercatori italiani”.

Entusiastica la risposta del Presidente Taccone che, molto prima di essere alla guida dell’A.S. Avellino 1912, è un ricercatore appassionato soprattutto di genetica.
“Da circa 36 anni – dice – facciamo ricerca, con il prof. Iaquinto e altri sin dai tempi in cui lavoravamo tutti in Ospedale e poi in seguito in Futura Diagnostica e qui in clinica. La nostra ambizione è portare qui in Irpinia ma anche in Campania e oltre, le novità più interessanti per alleviare le condizioni di persone afflitte da una malattia che, purtroppo, non è più rara come un tempo. Scoprire la predisposizione genetica ai disturbi legati al consumo del glutine che però non sono celiachia è molto interessante e può migliorare il tenore di vita di parecchie persone che non risultano positive alla celiachia ma hanno comunque disturbi legati al consumo di glutine causati da una predisposizione genetica”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *