alpadesa
  
Flash news:   Elezioni Regionali della Campania: Alaia, Petracca, Petitto e Ciampi verso il Consiglio Avvio anno scolastico, doppi turni da giovedì alla Primaria dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda Fiume Sabato, ripartono i lavori in centro ma restano le esalazioni maleodoranti dal corso d’acqua Elezioni regionali: i Popolari di De Mita primo partito ad Atripalda sfiorando i mille voti, secondo Davvero e solo terzo il Pd Election Day, ecco l’esito del voto ad Atripalda per il Referendum Election Day, seggi chiusi. Ad Atripalda ha votato il 65,16% per il Referendum e il 58,17% per il rinnovo del consiglio regionale della Campania Riapertura delle scuole ad Atripalda, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo attacca: «siamo nel caos» Election Day 2020: alle ore 12 ad Atripalda al voto il 12% degli aventi diritto Election day, urne aperte dalle 7: voto per referendum e regionali. Matita, gel e mascherine per tutti ai seggi Festeggiamenti San Sabino, il vescovo di Avellino Arturo Aiello nell’omelia si rivolge ai giovani «abbiate rispetto della vostra vita e di quella degli altri». Foto

Addio alle storiche insegne del Bar Italia di piazza Umberto

Pubblicato in data: 28/10/2014 alle ore:20:00 • Categoria: Attualità

insegne-bar-italia1Scompaiono da piazza Umberto I le storiche insegne del Bar Italia.
Icona di tante cartoline dell’Atripalda dei decenni scorsi, il Bar Italia ha rappresentato il primo vero bar pasticceria in città che ha allietato le giornate di tante famiglie atripaldesi, inebriandole dei profumi e sapori che, con grande cura per il gusto, erano racchiusi in ogni sua creazione.
L’attività aperta nel lontano 1920 e chiusa da mesi, è interessata da un pò di settimane da lavori di ristrutturazione. Non si tratta però di un addio definitivo, in quanto entro fine l’anno è prevista l’inaugurazione di un nuovo locale. Un avvicendamento in grande stile targato Sandro Sandrissimo, che però non si sbilancia: “Sarà una sorpresa – anticipa ad AtripaldaNews -. Stiamo effettuando dei lavori di ristrutturazione dei locali del bar, aperto nel lontano 1920, attraverso un connubio tra il rispetto della storia e le mie idee innovative nel campo della ristorazione“.
Sandro non svela più di tanto ma certamente riuscirà a fondere la sua passione per un’enogastronomia di qualità con quei luoghi che affondano le radici ad inizio secolo per regalare ancora una volta alla città nuovi momenti di gioia e di gusto attraverso il cibo. Un nuovo percorso che coniughi i sapori tradizionali e moderni sapientemente uniti in un mix tra passato e presente, basati su ingredienti di  prima qualità del territorio.
insegne-bar-italia2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Addio alle storiche insegne del Bar Italia di piazza Umberto”

  1. Francesco ha detto:

    E’ bastata qualche ora per cancellare tre generazioni e una infinità di ricordi e avvenimenti lieti.

  2. Bix ha detto:

    Mi rattrista che molto della vecchia Atripalda stia svanendo in questa modernità che tutto s’addimentica.

  3. nati ha detto:

    diciamo che non era più un bel vedere, abbandonato e mai più ristrutturato negli ultimi anni…in questo caso viva il nuovo

  4. Luca ha detto:

    E si purtroppo è finito un mito ad Atripalda, un punto d’incontro di tutti gli atripaldesi, di tutti i cacciatori , pescatori , operai di fabbrica, di tutti gli autisti dei pullman, di tutte le forze dell’ordine un grazie va anche alla Famiglia Romito sopratutto al compianto Pasquale e Italo che per 40 anni hanno fatto vivere tanti emozioni.

  5. Enza ha detto:

    Ci andavo di tanto in tanto per le deliziose gelato… I miei nonni le adoravano e così anche i miei genitori ed io. Sono tornata di recente ma non ho trovato più né il bar, né quei fantastici ricordi… I nuovi gestori hanno un target diverso e non hanno la deliziosa.. E io mi chiedo: quella ricetta fantastica andrà perduta per sempre o c’è ancora qualcuno che la rispolvererà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *