alpadesa
  
Flash news:   Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino

Monte Paschi di Siena, chiuso lo sportello di via Appia. Dipendenti trasferiti ad Avellino

Pubblicato in data: 1/1/2015 alle ore:18:03 • Categoria: Attualità

Monte Paschi Siena AtripaldaAddio allo sportello atripaldese del Monte Paschi di Siena (foto). La banca toscana taglia la filiale di Atripalda e trasferisce tutto il personale presso l’agenzia di Avellino.
La soppressione, portata a termine entro fine anno, rientra nel piano di riorganizzazione dell’istituto di credito sienese. Lo sportello atripaldese di via Appia era infatti incluso nella lista delle 400 filiali da chiudere entro il 2015 con la riduzione di oltre 4.600 posti di lavoro: questo quanto deciso dal piano industriale voluto dal presidente del gruppo Alessandro Profumo per rilanciare la terza banca italiana anche dopo lo scandalo del 2013.
E così il più antico istituto bancario del mondo, nato nel 1472, lascia la cittadina del Sabato.
La filiale di via Appia è finita anche più volte al centro della cronaca provinciale a seguito di rapine. L’ultima in ordine di tempo quella del 30 dicembre 2013 quando due rapinatori, dopo aver forato due pareti della filiale, intimarono al direttore di consegnare il denaro nella cassaforte. Il bottino fu di centomila euro.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *