alpadesa
  
Flash news:   Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino

Trotta: “Arrivo in una piazza gloriosa. Ringrazio il presidente”. Taccone: “Abbiamo battuto la concorrenza di tanti club”

Pubblicato in data: 11/1/2015 alle ore:10:15 • Categoria: Avellino Calcio

Presentazione di TrottaIn Sala stampa a fare gli onori di casa al neo acquisto Marcello Trotta che questa mattina è stato presentato ai giornalisti e ai tifosi dell’Avellino, il Patron del sodalizio biancoverde, il presidente Walter Taccone, molto raggiante e soddisfatto ha dichiarato: “Siamo contentissimi, nonostante nessuno ci credesse, siamo riusciti a potare qui questo gioiellino. Abbiamo fatto tanti sacrifici per portarlo ad Avellino. Un plauso va all’attaccante dell’Under 21 – prosegue il professor Taccone -, Marcello Trotta si è anche ridotto considerevolmente l’ingaggio per venire a giocare da noi e questo gli fa gli onore sia come giocatore ma soprattutto come uomo. Questo dimostra che il ragazzo crede fortemente nel nostro progetto”.
L’ex giocatore del club inglese del Fulham, arriva in Irpinia a titolo definitivo, è tutto di proprietà dell’A.S.Avellino. Taccone alla fine del suo intervento afferma e dichiara: “Vogliamo migliorare la posizione dello scorso anno, cercando di arrivare ai playoff, sono convinto che Marcello Trotta ci darà una grossa mano“.
Cresciuto a Macerata Campania, Marcello Trotta inizia i primi anni nel Real Portico, per poi passare nell’ASD Recale. Nel 2004 approda al Napoli dove milita fino alla categoria Allievi Nazionali. Viene notato dagli osservatori del Manchester City che lo portano a giocare in Inghilterra. Viene successivamente ceduto al Fulham che poi lo acquisterà definitivamente nel 2011. Viene mandato in prestito dalla società londinese a vari club di categorie inferiori, Wycombe (dal 24 novembre 2011 al 17 gennaio 2012), Watford (dal 23 febbraio 2012 al 30 giugno 2012) e dal 22 novembre 2012 al Brentford nella terza serie inglese con cui ha conquistato il posto da titolare. Nell’estate del 2014 ritorna al Fulham. il 2 novembre 2014 viene prestato al Barnsley fino al 5 gennaio 2015. Eccolo il gioiellino Trotta, nato a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, che si  presenta ai suoi nuovi tifosi esordendo così: “Sono molto felice di essere venuto a giocare ad Avellino, ringrazio il presidente e la società, spero vivamente di poter  aiutare la squadra, che ha un grande progetto, ed arrivare in alto, ringrazio anche  il Ct della Nazionale Under 21 Di Biagio per le belle parole avute nei miei confronti. Avellino penso che sia una grande piazza anche a livello nazionale, qui i tifosi ci tengono tantissimo e questo ti dà qualcosa in più. Stare sotto pressione è una cosa positiva per me perché ti spinge a dare sempre qualcosa in più cioè il massimo. Il grande calore dei tifosi biancoverdi è stato un elemento  importante che ha inciso sulla mia scelta di venire qua, oltre al progetto che questa società  crede molto nei giovani. Ieri ho avuto un primo incontro con il mister Rastelli, abbiamo parlato un poco, in questi giorni cercherò di conoscere al meglio le caratteristiche della squadra. Per quanto riguarda le mie  caratteristiche, mi ritengo un attaccante moderno che varia, il mio obiettivo principale è fare gol e per un attaccante è importante ,non ho nessuna difficoltà a  coesistere con Comi, penso che sicuramente potrebbe esserci. Voglio fare bene, però quello che conta è il gruppo e i risultati della squadra che sono molto importanti. L’esperienza  in Inghilterra mi è giovata perché mi ha fatto crescere. Nel  calcio Inglese si corre tanto, ho fatto delle belle cose, adesso che sono tornato in Italia e stando vicino casa mia posso fare ancora meglio”.
L’Attaccante biancoverde, che indosserà la maglia numero ventinove, conclude il suo primo intervento in sala stampa allo stadio Partenio-Lombardi dichiarando d’ispirarsi a Bobo Vieri e Luca Toni.

Ottavio Picardi

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *