alpadesa
  
Flash news:   I Socialisti di Atripalda all’attacco dell’Amministrazione Spagnuolo, l’ex assessore Pacia:«Non c’è la svolta promessa, non raggiunge la sufficienza» Il Distretto Asl di Atripalda a rischio smobilitazione, l’appello del dottor Raffaele Piscopo ai primi cittadini e al sindaco Spagnuolo Atripalda Volley, la regia nelle mani di Ciro D’Alessandro: “Mi rimetto in gioco in un progetto tecnico interessante” Percosse e lesioni con bastone di legno e fornetto a microonde tra un uomo e una donna, al via il Processo Striscioni, fumogeni, applausi e cori per l’ultimo abbraccio a Flavio Puleo. FOTO “Action Day”, Carabinieri e Forestali sequestrano al mercato di Atripalda 300 kg di pesce senza tracciabilità e 28 bottiglie di alcol con sigilli contraffatti. FOTO Atripalda Volley, Ambrosone veste biancoverde : “Campionato equilibrato. Puntiamo a giocarcela con tutti” Risse serali in piazza Umberto, i Carabinieri chiudono il bar Blitz al mercato del giovedì con sequestro di prodotti ittici e sanzioni ai commercianti Una delegazione atripaldese al raduno mondiale Scout negli Usa

“La nostra voce sulla Shoah”, intervento del circolo Pd di Atripalda per la Giornata della Memoria

Pubblicato in data: 23/1/2015 alle ore:17:00 • Categoria: Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

giornata-della-memoria“La nostra voce, e quella dei nostri figli, devono servire a non dimenticare e a non accettare con indifferenza e rassegnazione, le rinnovate stragi di innocenti. Bisogna sollevare quel manto di indifferenza che copre il dolore dei martiri! Il mio impegno in questo senso è un dovere verso i miei genitori, mio nonno, e tutti i miei zii. E’ un dovere verso i milioni di ebrei ‘passati per il camino ‘, gli zingari, figli di mille patrie e di nessuna, i Testimoni di Geova, gli omosessuali e verso i mille e mille fiori violentati, calpestati e immolati al vento dell’assurdo; è un dovere verso tutte quelle stelle dell’universo che il male del mondo ha voluto spegnere … I giovani liberi devono sapere, dobbiamo aiutarli a capire che tutto ciò che è stato storia, e la storia oggi, si sta paurosamente ripetendo”. (E. Springer.)

E’ proprio così, tutto può essere racchiuso, oggi come allora, in questo pensiero tratto da Il silenzio dei vivi di Elisa Springer (scrittrice austriaca deportata  al campo di concentramento di Auschwitz). E’ passato tanto tempo da quel 27 gennaio del 1945 quando l’armata rossa liberò la cittadina polacca di Auschwitz “donando” al mondo intero una delle scoperte più atroci della storia contemporanea: i campi di concentramento. Uno shock per le coscienze dell’epoca contemporanea che mai avrebbero creduto che le nefandezze dell’essere umano potessero toccare limiti così bassi, che il desiderio di predominio potesse sfociare nella intenzionale volontà di distruggere, sterminare nel modo più crudele possibile le diversità umane.

Quello che ancora oggi bisogna chiedersi è: Diversi da chi? Diversi da cosa? .

Il giorno della memoria è sopratutto il giorno in cui, oltre a rendere cordoglio all’ infinità di anime innocenti che hanno subito le pene più devastanti mai pensate dall’ essere umano, solo per inaccettabili teorie o supposizioni, è il giorno in cui dobbiamo ricordarci di chi tali pene le subisce ancora, di chi paga il prezzo dell’ignoranza e della pochezza d’animo di cui l’essere dis-umano ancora è dotato. Memoria è sinonimo di ricordo e l’obbligo morale che tutti noi abbiamo è: ricordiamoci di non dimenticare.
Antonio Iannaccone,

Circolo cittadino del partito democratico di Atripalda

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a ““La nostra voce sulla Shoah”, intervento del circolo Pd di Atripalda per la Giornata della Memoria”

  1. Esodato ha detto:

    come sempre vi ricordate shoah. Mi sta anche bene, e delle Foibe?. là sono morti migliaia di Italiani. RICORDATELO

  2. Destra Nazionale ha detto:

    ONORE AGLI ITALIANI MORTI NELLE FOIBE.
    SI PARLA SEMPRE E SOLO DELLA SHOAH.
    FOIBE UN MASSACRO CONTRO IL PAESE ITALICO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *