alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2

Avellino espugna a La Spezia, ora è quarto in classifica

Pubblicato in data: 3/2/2015 alle ore:14:56 • Categoria: Avellino Calcio

avellino-varese-curva-sudUn Avellino corsaro espugna La Spezia (0-1) nel posticipo di lunedì sera della ventiquattresima giornata di Serie B. I biancoverdi, che hanno ben saputo così reagire alla sconfitta in casa con il Cittadella della scorsa giornata, salgono al quarto posto in classifica con 36 punti.
Rastelli ha confermato il 3-5-2 contro il 4-3-3 di Bjelica, affidandosi a Comi-Castaldo in avanti e Regoli-Bittante sugli esterni. Proprio Bittante, al rientro dopo un lungo stop, ha siglato la rete decisiva al 9′ del primo tempo, insaccando di piatto dopo una splendida verticalizzazione di D’Angelo.
L’Avellino ha poi arretrato il baricento, soffrendo solo relativamente gli attacchi degli spezzini e riuscendo anche a creare qualche occasione di rimessa, come con il tacco di Comi sempre nel primo tempo. Nella ripresa l’Avellino non riesce a chiudere il match, lo Spezia non si arrende ma il risultato resta a favore dei lupi fino al triplice fischio. E sugli spalti la festa dei circa 200 supporter biancoverdi giunti in Liguria per sostenere la squadra.
A fine gara Massimo Rastelli è soddisfatto del successo in Liguria: “Abbiamo fatto una partita straordinaria. Non era facile. Abbiamo avuto due grandi occasioni con Arini e Comi per chiuderla. La vittoria ci da grande soddisfazione, portando a casa un risultato importante. Abbiamo dimostrato di saperci rialzare mettendo da parte il contraccolpo psicologico generato dalla partita con il Cittadella. Io ho sempre detto che questa squadra avrebbe usufruito dei giocatori infortunati nel girone di andata. Schiavon, D’Angelo, Regoli, Bittante. Ci sono stati infortuni non da poco come quelli di Vergara e Visconti. Pietro si opererà a Villa Stuart. I nuovi ci daranno un contributo importante”.

TABELLINO:

Spezia (4-3-3): Chichizola; Milos, Piccolo, Valentini, Migliore; Brezovec (15’ st Nenè), Canadjija, Gagliardini; Kvrzic (1’ st Stevanovic), Giannetti, Catellani (26’ st Acampora). A disp.: Nocchi, Madonna, Cisotti, Katanec, Situm, Nenè, Bakic. All.: Bjelica.

Avellino (3-5-2): Gomis; Pisacane, Ely, Chiosa; Regoli (26’ st Almici), D’Angelo, Arini, Schiavon (33’ st Zito), Bittante; Castaldo, Comi (17’ st Mokulu).
A disp.: Frattali, Bavena, Fabbro, Soumarè, Angeli, Trotta. All.: Rastelli

Arbitro:
Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli
MARCATORI: 9’ Bittante
Note: ammoniti al 20’ pt Chiosa (A), al 13’ st Migliore (S), al 22’ st Regoli (A), al 40’ st Nenè (S), al 44’ st Zito (A); espulso al 18’ st Migliore (S) per somma di ammonizioni; angoli 8-4; recupero 1’ pt e 5’ st

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *