alpadesa
  
Flash news:   Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre Serie C 2020/2021, ecco il cammino dell’Avellino Festeggiamenti Santo Patrono San Sabino Vescovo, oggi messe all’aperto in piazza Umberto I ad Atripalda Regionali, il movimento politico “Irpinia Adesso” al fianco di Alessia Castiglione (Fdi)

Intitolazione a Biagio Venezia il 9 febbraio della sede provinciale della Cgil-Spi

Pubblicato in data: 7/2/2015 alle ore:19:00 • Categoria: Attualità

Sede Cgil-Spi Biagio VeneziaIl direttivo della Cgil di Avellino ha deliberato l’intitolazione della sede provinciale del SPI (Sindacato Pensionati Italiani), sita in viale Italia 40, all’atripaldese Biagio Venezia, spentosi il 24 maggio scorso, in memoria del suo pluridecennale impegno come sindacalista, che lo ha visto protagonista di tante battaglie al fianco dei lavoratori e dei pensionati. Viene in questo modo reso omaggio alla memoria di un uomo che ha fatto della passione politica e dell’impegno civile una costante e integerrima rivendicazione del primato del bene pubblico su ogni particolarismo privato.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *