alpadesa
  
Flash news:   Autovelox, psicosi tra gli automobilisti per le nuove postazioni lungo il Raccordo mentre sulla Variante il Comune incassa altre sconfitte dal Giudice di Pace Aggiudicato l’appalto dei lavori per l’ampliamento del ponte delle Filande lungo il torrente Fenestrelle ad Atripalda: progetto anti alluvioni Avellino: raggiunto l’accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo Calcio, goleada con l’Intercampania Si completa il restyling di Parco delle Acacie ad Atripalda con un secondo lotto di lavori. Antonacci: «Tempi brevi in vista dell’accorpamento del mercato» L’Avellino cade a Teramo al 90’: finisce 1-0 Escalation di furti, ladri messi in fuga ad Atripalda: i Carabinieri intercettano e sequestrano auto Sicurezza edifici ad Alvanite, restano le distanze tra Amministrazione e residenti mentre l’opposizione attacca sui ritardi nei progetti già finanziati. Fotoservizio I residenti di Alvanite si incontrano per discutere sullo stato di fatto delle abitazioni e sul degrado della contrada di Atripalda Non si potrà più sostare di giorno e di notte in piazza Tempio Maggiore  ad Atripalda: firmata l’ordinanza del Comando di Polizia municipale

Blitz al Comune, tutto ha inizio con la denuncia del sindaco Spagnuolo: «Io? Sono molto tranquillo». FOTO

Pubblicato in data: 13/2/2015 alle ore:11:30 • Categoria: Cronaca, ComuneStampa Articolo

Blitz al Comune, sindaco«Io? Sono molto tranquillo». Sono queste le poche parole che il sindaco Paolo Spagnuolo ha voluto rilasciare ieri mattina nei corridoi di Palazzo di città mentre era in corso il blitz della Squadra Mobile di Avellino. Spagnuolo si è mostrato sereno e fiducioso nella giustizia. A dare il via alle indagini era stata proprio la denuncia del primo cittadino presentata giorni fa in Questura. Una denuncia che sarebbe scattata dopo alcune verifiche effettuate dai funzionari contabili dell’Ente che avrebbero riscontrato delle anomalie nelle buste paga dei quattro dipendenti comunali impegnati nei settori più sensibili della macchina amministrativa: quello della ragioneria, del personale e delle notifiche. Anomalie gravi da spingere il sindaco a rivolgersi in Questura e Procura per denunciare i suoi sospetti. Una denuncia circostanziata quella presentata dal sindaco Spagnuolo che ha spinto ieri mattina la Squadra mobile ad entrare in azione con quindici agenti.
Blitz al Comune, sigilliUn blitz che era nell’aria da giorni, tanto che Spagnuolo giorni fa aveva accennato della vicenda e della denuncia presentata alle autorità competenti anche nella riunione di maggioranza, informando così giunta e consiglieri di quello che stava accadendo. I quattro dipendenti erano da giorni sotto controllo.
Ieri mattina sono state passate a setaccio tutte le stanze dei quattro e anche quella del sindaco alla ricerca di materiale informatico e cartaceo contabile che ora sarà vagliato sotto la lente d’ingrandimento. Nel comune sarebbero state posizionate anche delle cimici in modo da poter raccogliere notizie utili ai fini dell’indagine.
Un’inchiesta che si preannuncia ad ampio raggio e che prende le mosse dal 2011  quando per quattro dipendenti di lungo corso, tra cui uno facente parte proprio dello staff del primo cittadino, è caduta l’accusa di aver perpetrato in quattro anni condotte illecite che si concretizzavano «nel modificare le proprie buste paga ed i mandati di pagamento, al fine di inviarle alla tesoreria con dati contabili modificati a loro vantaggio e con conseguenziale ritorno economico che si assicuravano ogni mese – scrive in una nota la Questura di Avellino -. Le perquisizioni e l’attività di intelligence della Polizia di Stato hanno portato a cristallizzare le dinamiche criminali adottate dagli indagati che, approfittando della loro posizione funzionale in seno al Comune, riuscivano ad eludere i controlli, percependo ogni mese quasi il doppio dello stipendio».
Blitz al Comune, polizia1Poche ore prima del blitz gli agenti hanno anche perquisito le abitazioni dei quattro impiegati comunali alla ricerca di indizi utili al prosieguo delle indagini. Le persone oggetto dell’inchiesta hanno fornito piena collaborazione, sia spontaneamente che attraverso il proprio legale. Alcune di loro nei giorni antecedenti il blitz si sarebbero presentate presso la locale stazione dei carabinieri per presentare dichiarazioni spontanee. Non si esclude che nelle prossime ore ci possano essere importanti risvolti giudiziari.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *