alpadesa
  
Flash news:   “Guardando dentro e fuori di noi” il calendario testamento di Peppino Pennella La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Truffa all’Inps, false assunzioni ed evasione: cinque arresti a Benevento. Indagati anche ad Atripalda Omicidio De Cristoforo, Luigi Viesto condannato a dieci anni di reclusione Inquinamento ad Atripalda, l’attivista del M5s Federico Giliberti chiede centraline fisse per monitorare la qualità dell’aria Dolore e lacrime nel giorno dell’addio al docente, scrittore e poeta Goffredo Napoletano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno: uno in territorio Atripalda Niente mercato ad Avellino, ambulanti in piazza contro l’Amministrazione Festa Addio al professore Goffredo Napoletano, il “poeta scalzo”. Ecco il ricordo di Lello La Sala Calcio, l’Abellinum pronta a ripartire con l’Intercampania

Rastelli: «Partita perfetta, è la vittoria del gruppo». Trotta: «Contento per il gol»

Pubblicato in data: 15/2/2015 alle ore:10:41 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

rastelli«Avevo chiesto la partita perfetta e i ragazzi l’hanno giocata. Fanno piacere i complimenti di un collega, anzi di un amico come Stellone. Solo così potevamo giocare contro il Frosinone altrimenti ci avrebbe triturato. Sono stati bravi i miei ragazzi che hanno saputo far sfogare l’avversario e ripartire. Poi nel secondo tempo in campo ci siamo stati solo noi. Ci ha pensato Gigi come sempre».
E’ soddisfatto a fine gara in sala stampa il tecnico biancoverde Massimo Rastelli. «Ho detto ai ragazzi che questa è stata la vittoria del gruppo. Affrontare il Frosinone in una settimana difficile come quella appena trascorsa non era facile. Ho schierato quattro giocatori all’esordio (Sbaffo, Mokulu, Trotta e Fabbri). Spero che adesso la squadra acquisisca la fiducia necessaria per andare avanti. Questa è la mentalità del mio Avellino».
Sull’ottima prestazione di Sbaffo commenta: «E’ un giocatore di categoria. Può ricoprire molti ruoli e quindi abbina molto bene qualità tecniche e quantità. Non si è fermato un attimo. Ha creato gioco e ha rifinito. E’ stato l’uomo in più. Bravi il presidente Taccone e il diesse De Vito che me lo hanno portato».
Quella con il Frosinone è la terza vittoria consecutiva. «Queste vittorie ci danno qualcosa in più e dobbiamo veicolarle nel modo giusto. Però non dobbiamo mai perdere l’umiltà che ci ha sempre contraddistinto. Solo con i risultati riempiremo lo stadio. I ragazzi devono sempre scendere in campo come hanno fatto contro il Frosinone». Apprezzamenti anche per la prestazione di capitan D’Angelo: «D’Angelo è l’esempio di cosa significa indossare la maglia dell’Avellino. E’ partito dalla D. E’ il capitano del gruppo ed è anche il trascinatore. Lo sa bene e come poteve vedere sta trascinando la squadra». Sul quarto posto in classifica infine: «I tifosi devono sognare ma pensiamo ad una partita alla volta. Proveremo a prenderci i tre punti anche contro il Livorno».
Marcello Trotta è raggiante per il primo gol in biancoverde: «Sono molto contento per il gol, ma la cosa più importante è stata la vittoria. Oggi eravamo messi molto bene in campo e avevamo voglia di fare bene. Non abbiamo concesso nulla al Frosinone. Eravamo messi bene in campo. Il gol poi ci ha caricato. Avevamo qualche assenza, ma siamo un gruppo unito. Questo è un campionato diverso da quello inglese, mi sto ambientando e trovando bene. Spero di integrarmi al massimo. Il gol lo dedico alla mia famiglia».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *