alpadesa
  
Flash news:   Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino

Blitz al Comune, domani il Riesame per il dissequestro della documentazione cartacea ed informatica

Pubblicato in data: 24/2/2015 alle ore:08:30 • Categoria: Cronaca

Blitz al Comune, polizia e CtuE’ fissato per domani il Riesame sul dissequestro della documentazione cartacea ed informatica sequestrata durante le perquisizioni ad uno dei quattro dipendenti del Comune di Atripalda, accusati tutti di aver gonfiato con finti rimborsi chilometrici le proprie buste paga per pagarsi le rate di prestiti personali e cessioni del quinto dello stipendio concessi da istituti di credito.

Ad impugnare il provvedimento nei giorni scorsi è stato l’avvocato Gianfranco Iacobelli, legale di uno dei quattro impiegati comunali che durante l’interrogatorio svoltosi in Questura  ha professato la propria innocenza, sostenendo di non aver commesso il fatto, avvalendosi inoltre della facoltà di non rispondere alle domande.
I quattro, sempre attraverso i propri legali, hanno anche impugnato il decreto sindacale di sospensione cautelare del rapporto di servizio con decurtazione del 50% del trattamento economico.
Gli uffici finiti nella bufera e sotto sequestro della Mobile sono ragioneria e personale.
Il capo stesso della Squadra Mobile, dottor Marcello Castello con l’ispettore Giuseppe  Belfiore, delegati dalla Procura della Repubblica, con il procedimento affidato al Pubblico ministero Fabio Massimo Del Mauro, stanno procedendo ad ascoltare altri funzionari e dipendenti, per acquisire informazioni utili alle indagini. Negli uffici di via Palatucci anche ieri mattina è stata depositata altra documentazione cartacea dopo la conclusione della prima settimana di interrogatori con la convocazione in Questura dei quattro indagati di truffa aggravata in concorso e continuata dal 2011. Ma non si esclude che l’indagine possa estendersi anche ad anni precedenti.
Dei quattro dipendenti ben due si sono autodenunciati prima del blitz della Polizia al Comune mentre un terzo ha versato a favore della tesoreria la somma di 8.580 euro come sorta capitale legata ad una quindicina di buste paga manomesse.
Toccherà invece al consulente del lavoro esterno, la dottoressa Gabriella Spagnuolo,  incaricata dall’Amministrazione Spagnuolo, di passare al setaccio tutte le buste paga dei dipendenti comunali. Una verifica straordinaria in merito a tutte le componenti retributive che si va a sommare a quella affidata alla società E.D.P. Service Srl chiamata ad offrire il servizio di supporto all’ufficio ragioneria, attività connesse e formazione operativa del personale all’utilizzo delle procedure informatiche già in uso presso l’Ente.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Blitz al Comune, domani il Riesame per il dissequestro della documentazione cartacea ed informatica”

  1. Matteo ha detto:

    Uno ha professato la propria innocenza, due si sono autodenunciati. Ma tu ci capisci niente in questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *