alpadesa
  
Flash news:   Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso» Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

Progetto europeo ”Frutta nella scuola”, seminario di studio venerdì prossimo all’Istituto Comprensivo di Atripalda

Pubblicato in data: 27/2/2015 alle ore:16:00 • Categoria: CulturaStampa Articolo

scuola-primaria-de-amicis-atripaldaNell’ambito del Programma Europeo “Frutta nella scuola”, il cui scopo è di educare le giovani generazioni al consumo quotidiano di frutta e verdura fresca,  l’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi”, che  aderisce da diversi anni a tale campagna, è stato selezionato per un  Seminario di informazione e sensibilizzazione  a cura  degli esperti della RTI COF che si terrà venerdì 13 marzo a partire dalle ore 9.00, nella palestra del plesso “De Amicis”. Argomento dell’incontro, la corretta nutrizione, il consumo di cibi freschi, la nostra ricca biodiversità, con l’obiettivo di incentivare e diffondere sane abitudini alimentari . All’incontro parteciperanno tutte le classi  del plesso  con la presenza dei rappresentanti dei genitori del Consiglio d’istituto e di Interclasse e dei docenti.

 L’esperienza positiva degli anni passati ci incoraggia proseguire nell’adesione al programma “Frutta nelle scuola”, che prevede l’offerta di una porzione di frutta o verdura di stagione, da consumare  durante la merenda o da portare a casa. La popolazione giovanile italiana, come in altri paesi europei, è a forte rischio sovrappeso o obesità, con tali campagne annuali di sensibilizzazione si prova a correre ai ripari per  correggere scorrette abitudini alimentari. Sono cambiati gli stili di vita, spesso si privilegiano alimenti preconfezionati per praticità o perché la pubblicità li rende appetibili e accattivanti;  i processi di lunga conservazione necessitano, però, come è ormai noto, di supplementi di sale, grassi, conservanti, coloranti e altro, che alterano del tutto l’identità di ciò che consumiamo. La nostra terra e la cultura alimentare italiana offrono una tale varietà di alimenti sani e completi che nutrono e non creano scompensi nutrizionali, forse è bene riconsiderare attentamente un modo più genuino e semplice di mangiare. Non sempre quantità e modernità coincidono con qualità e modernità. Nessuna demonizzazione, ma i giovani vanno educati ad un consumo sano e consapevole di frutta e verdura, ricca di vitamine e nutrienti indispensabili alla loro crescita e al loro sano sviluppo intellettivo.

I referenti per il giornale scolastico

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *