alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, altri cinque contagi ad Atripalda e 137 nuovi casi in Irpinia Coronavirus, da lunedì in Campania chiudono anche le scuole dell’Infanzia L’AssoApi di Roma si aggiudica la gestione per un anno del Farmer Market di Atripalda. L’assessore Musto: “Il Comune incasserà oltre dieci mila euro” Minaccia una coppia di vicini a contrada Alvanite: 55enne di Atripalda assolto dal Giudice Ognissanti e Commemorazione dei defunti: misure anti-contagio al Cimitero di Atripalda Coronavirus, comunicato del Sindaco di Atripalda sui 31 contagiati in città: “la buona parte non presenta sintomi” Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 4 casi ad Atripalda. In provincia sono 187 i positivi Farmer Market di Atripalda, ok alla gestione annuale Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia

Progetto europeo ”Frutta nella scuola”, seminario di studio venerdì prossimo all’Istituto Comprensivo di Atripalda

Pubblicato in data: 27/2/2015 alle ore:16:00 • Categoria: Cultura

scuola-primaria-de-amicis-atripaldaNell’ambito del Programma Europeo “Frutta nella scuola”, il cui scopo è di educare le giovani generazioni al consumo quotidiano di frutta e verdura fresca,  l’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi”, che  aderisce da diversi anni a tale campagna, è stato selezionato per un  Seminario di informazione e sensibilizzazione  a cura  degli esperti della RTI COF che si terrà venerdì 13 marzo a partire dalle ore 9.00, nella palestra del plesso “De Amicis”. Argomento dell’incontro, la corretta nutrizione, il consumo di cibi freschi, la nostra ricca biodiversità, con l’obiettivo di incentivare e diffondere sane abitudini alimentari . All’incontro parteciperanno tutte le classi  del plesso  con la presenza dei rappresentanti dei genitori del Consiglio d’istituto e di Interclasse e dei docenti.

 L’esperienza positiva degli anni passati ci incoraggia proseguire nell’adesione al programma “Frutta nelle scuola”, che prevede l’offerta di una porzione di frutta o verdura di stagione, da consumare  durante la merenda o da portare a casa. La popolazione giovanile italiana, come in altri paesi europei, è a forte rischio sovrappeso o obesità, con tali campagne annuali di sensibilizzazione si prova a correre ai ripari per  correggere scorrette abitudini alimentari. Sono cambiati gli stili di vita, spesso si privilegiano alimenti preconfezionati per praticità o perché la pubblicità li rende appetibili e accattivanti;  i processi di lunga conservazione necessitano, però, come è ormai noto, di supplementi di sale, grassi, conservanti, coloranti e altro, che alterano del tutto l’identità di ciò che consumiamo. La nostra terra e la cultura alimentare italiana offrono una tale varietà di alimenti sani e completi che nutrono e non creano scompensi nutrizionali, forse è bene riconsiderare attentamente un modo più genuino e semplice di mangiare. Non sempre quantità e modernità coincidono con qualità e modernità. Nessuna demonizzazione, ma i giovani vanno educati ad un consumo sano e consapevole di frutta e verdura, ricca di vitamine e nutrienti indispensabili alla loro crescita e al loro sano sviluppo intellettivo.

I referenti per il giornale scolastico

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *