alpadesa
  
Flash news:   Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi Dipendente “infedele” ruba nel supermercato in cui lavora, denunciato dai Carabinieri di Atripalda

Suv in bilico in piazza Alpini Orta, salva la conducente grazie alla ringhiera in ferro a protezione della scarpata. FOTO

Pubblicato in data: 1/3/2015 alle ore:10:29 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Auto in bilico su parapetto7Finisce fuori strada con il proprio Suv dopo uno scontro con un’altra auto e resta in bilico sulla scarpata in piazza Alpini Orta. A salvarle la vita una ringhiera in ferro posta a protezione del pendio dove il fuoristrada ha rischiato di finire. Tragedia sfiorata ieri mattina intorno alle 11.30 nei pressi del mercatino rionale di piazza Alpini Orta, a seguito di uno spaventoso incidente. Un fuoristrada, guidato da una signora, dopo uno scontro con un’altra autovettura, una berlina Kia, nei pressi di un incrocio, è sbandata finendo fuori dalla carreggiata per restare in bilico per quasi un’ora su di una piccola scarpata di cemento alta circa 5 metri che dà su dei garage interrati di un palazzo adiacente. Terrorizzata la conducente che è uscita però illesa dall’abitacolo. C’è voluto l’intervento dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Avellino, che con una grande gru ed un lungo cavo d’acciaio collocato ad altro automezzo sono riusciti a sollevare il fuoristrada, a riportarlo sul ciglio stradale rimettendo l’autovettura in assetto.
Auto in bilico su parapetto6Sul posto i carabinieri della locale stazione, ubicata a pochi metri dal luogo del sinistro, che hanno effettuato i rilievi di sorta per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro. Sul luogo anche gli agenti della Polizia municipale che hanno provveduto a disciplinare il traffico veicolare. Uno spettacolare incidente che ha richiamato l’attenzione su posto di tanti curiosi che hanno assistito al recupero del Suv. I medici del 118, allertati, hanno visitato la signora: per lei fortunatamente solo un grande spavento.
Auto in bilico su parapetto8Circa un mese fa lo stesso punto di piazza Alpini Orta è stato teatro di un altro spettacolare incidente tra due auto con mamma e figlia trasportate al Moscati. Anche qui uno scontro fra due auto, una Fiat Sedici ed una Mercedes classe A nei pressi della grande rotatoria che costeggia il fiume Sabato ed il mercatino rionale conclusosi fortunatamente solo con il lieve ferimento di due persone, una mamma con la figlia di due anni e mezzo trasportate d’urgenza dall’ambulanza del 118 all’ospedale. Nel violento impatto con il lato posteriore destro la Mercedes Classe A è sbalzata sull’isola spartitraffico presente. Anche in questo caso la fortuna ha evitato conseguenze più pericolose visto che la presenza di un palo della segnaletica verticale collocato proprio sull’isola a scongiurato che la Classe A si capovolgesse su se stessa.
Auto in bilico su parapetto9Auto in bilico su un parapetto1

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *