- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Rimodulazione delle indennità dei funzionari e riconoscimento debiti fuori bilancio al Comune

municipio-di-atripalda1Rimodulazione delle indennità dei funzionari e riconoscimento debiti fuori bilancio al Comune di Atripalda. Con decreto sindacale sono state rideterminate le indennità di posizione spettanti ai responsabili  di settore nominati dal primo cittadino nel mese di novembre a seguito della riorganizzazione della pianta organica comunale. Al dottor Paolo De Giuseppe responsabile del I settore (Finanze-Personale-Politiche sociali-Polo Culturale-Istruzione) vanno 10mila euro, al responsabile del II settore Lavori Pubblici-Patrimonio (ingegnere Silvestro Aquino) e al responsabile del IV settore Urbanistica-Ambiente (geometra Raffaele Nevola) invece vanno  8 mila euro per ciascuno.  Infine altri 10mila euro assegnati al responsabile del V settore Entrate-Affari generali-Contenzioso-Demografici, dottor Enrico Reppucci, la cui indennità  totale sale a 12mila e 500 euro per  la reggenza ad interim anche del III settore Vigili urbani-Commercio.
Le indennità di posizione vengono erogate in 13 mensilità, a cui vanno aggiunte anche quelle di risultato, pari a circa il 20% e 25% delle indennità di posizione, dopo la valutazione effettuata dal Nucleo valutazione. La decorrenza è retroattiva, dal 1 dicembre 2014. Una riorganizzazione non senza strascichi, segnata da forti polemiche nei mesi scorsi e finita anche nelle aule della Sezione Lavoro del Tribunale di Avellino al quale si sono rivolti il tenente Domenico Giannetta, destituito dal comando della Polizia Municipale, e la vicesegretaria Katia Bocchino, rimossa dalla guida del I settore. Entrambi hanno impugnato il decreto sindacale.
Dopodomani intanto il Consiglio comunale sarà chiamato al riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio derivanti da tre sentenze esecutive per un totale di 32mila euro e 442,85 (24.624,29 a favore dell’avvocato Pellegrino Musto; 2.826, 42 a favore della dipendente Anna Spina ed infine 4.992,14 nei confronti di un condominio di Acqua Chiara in via San Giacomo). All’ordine del giorno dodici i punti, molti dei quali non trattati nell’ultima assise andata deserta per mancanza del numero legale. Tra gli argomenti: nomina componente commissione affari istituzionali in sostituzione del consigliere Antonio Iannaccone, dimissionario; istituzione del “question time; riapertura termini regolamento Iuc (imposta unica comunale) componente Tari; regolamento inerente le modalità di presentazione delle istanze per il rilascio delle autorizzazioni alla modifica dello stato dei luoghi nell’ambito di superfici gravate da vincolo idrogeologico; modifiche e sostituzioni al Regolamento per il rilascio di autorizzazioni per il funzionamento esclusivamente di gazebo, su area pubblica o privata antistante gli esercizi commerciali; adozione nuovo Regolamento per la disciplina e la gestione dei contratti di sponsorizzazione; discussione mozione presentata dal consigliere Massimiliano Del Mauro; determinazione relative al superamento della delibera di consiglio comunale n°19 del 15/07/2014 per il parere negativo espresso dal comando vigili urbani in data 14/11/2014 protocollo n°22230 ed infine risposte ad interrogazioni ed interpellanze.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: