alpadesa
  
sabato 24 agosto 2019
Flash news:   Oggi inaugura il “Pettirosso”, primo Parco Avventura della cittadina del Sabato Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO

Scontro in Consiglio su debiti fuori bilancio e parcella del delegato Pascarosa – Parte 1

Pubblicato in data: 18/3/2015 alle ore:11:10 • Categoria: Politica, ComuneStampa Articolo

consiglio atripalda_6Scontro ieri sera in Consiglio comunale su debiti fuori bilancio e
parcella del delegato al Contenzioso, l’avvocato Flavio Pascarosa, finito nel mirino delle minoranze. Ben dodici i punti discussi dall’aula, molti dei quali dell’ultima assise andata deserta per mancanza del numero legale.
Si entra nel vivo del dibattito con l’approvazione dei debiti fuori bilancio. A relazionale il delegato al Contenzioso Flavio Pascarosa che ha illustrato che derivano da sei sentenze esecutive per un totale di circa 43mila euro. E subito l’opposizione incalza con Nunzia Battista di Piazza Grande: «Debiti fuori bilancio che non vengono portati tutti insieme ma scopriamo altre tre sentenze. Sul giudizio che vede soccombere il Comune nei confronti della dipendente Spina l’ente si è mostrato scadente. Una causa persa con circa 5mila euro buttati. Va sottolineato anche il comportamento di persone che lavorano al comune che non vanno trattate in questo modo». Il primo cittadino prova a chiarire «se ci sono altri debiti fuori bilancio è dovuto ad un’attività del delegato volto ad addivenire ad una transazione. Inoltre vivendo quotidianamente il Comune non vedo rapporti deteriorati e pessimi». Lo stesso Pascarosa spiega: «Non è vero che si privilegia alcuni debiti rispetto ad altri». Il capogruppo di Fi Massimiliano Del Mauro attacca: «il messaggio che è passato dopo l’inchiesta e che c’è un ente con tutti delinquenti. Assistiamo ad una certa litigiosità tra comune e dipendenti ed inoltre la gestione del contenzioso da parte di Pascarosa è di completa insoddisfazione. Sempre gli stessi incaricati senza una shortlist, con parcelle presentate in un modo e poi duplicate. Sembra di essere al mercato. E’ una questione sulla quale invito il sindaco a prestare attenzione e che va gestita in modo diverso».
consiglio atripalda_1Accuse che Pascarosa respinge: «solo illazioni, il contenzioso è gestito con la massima onestà e responsabilità. La mia parcella è stata ulteriormente ridotta. Ho rappresentato un incarico legale del 2008 con ben 115 udienze al tribunale penale di Napoli. Ho ulteriormente ridetto la mia parcella, facendo riferimento solo alle spese e non al mio onorario. In passato sono state pagate parcelle stratosferiche. Non vedo perché la mai parcella deve essere soggetta ad un giudizio così feroce. Ho lavorato e devo essere pagato, che ne pensi l’opposizione». Il sindaco difende Pascarosa e replica a Del Mauro: «qui le parcelle non si raddoppiano, evitiamo populismi e di lanciare messaggi non veri. Sull’inchiesta non ho mai detto che l’ente è un covo di delinquenti, anzi io ho evitato di parlare per non interferire con le indagini in corso. Bene ha fatto questa amministrazione a porre un tetto, con un regolamento approvato, fissando dei paletti». Ma per il socialista Pacia: «Ad una prima parcella è seguita una seconda e siamo arrivati a 24mila euro. Si parla di 115 udienze in un giudizio che mi sembrano un po’ troppe. Perciò è importante richiedere i verbali delle udienze». Replica Pascorosa: «richiedere i verbali delle udienze costerebbe un mare di soldi però sono pronto a farlo ma mi pagherebbe sempre il comune». L’Udc con l’ex assessore Geppino Spagnuolo formalizza la richiesta di votare separatamente i singoli debiti. Proposta accolta all’unanimità. Quindi il voto singolo con la contrarietà di Fi-Psi e Piazza Grande e su due anche di Udc. Sempre il delegato Flavio Pascorosa subentra per la maggioranza al posto del dimissionario Antonio Iannaccone nella Commissione Affari Istituzionali. Via libera dall’aula all’unanimità anche all’introduzione del “question time”: a relazione il consigliere di Fi Massimiliano Strumolo, presidente della commissione affari istituzionali.
Cambiano inoltre le prime due scadenze per la Tari: non più aprile e giugno ma maggio e luglio ed è prorogato al 30 aprile il termine ultimo per produrre istanza di riduzione o esenzione.
Via libera anche  alle modifiche per il regolamento sull’installazione di gazebo su area pubblica: approvato con voto favorevole di maggioranza più Fi e Piazza grande , astenuti Udc e Psi.
Slitta invece il rinvio sulla discussione del regolamento  per la disciplina e la gestione dei contratti di sponsorizzazione, che spiega Barbarisi «avviene all’unanimità».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Scontro in Consiglio su debiti fuori bilancio e parcella del delegato Pascarosa – Parte 1”

  1. uno di atripalda ha detto:

    Minoranza,
    Ma se avete problemi per i debiti fuori bilancio, perchè non inviate gli atti alla Corte dei Conti?
    Fate solo chiacchiere.

  2. MATTIA ha detto:

    Vorrei chiedere al direttore Parziale, una ricostruzione giornalistica dei fatti, giusto per farci un’idea da un punto di vista terzo. Altrimenti non riusciamo a capire (da cittadini) se sono schermaglie politiche o se c’è qualcosa andrebbe censurato eticamente

  3. beat-niks ha detto:

    ll gioco delle 3 carte…!

  4. Massimo ha detto:

    Sala Consiliare gremitissima.
    Avete capito che la gente è stanca di questa politica e non andrà più a votare?

  5. Nappo Carmela ha detto:

    sono d’accordo quello che hai detto tu atripaldese, l’opposizione non c’è proprio perche prendono solo gettoni e sono d’accordo pure con quello che ha detto massimo la gent si stanca di andare a votare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *