alpadesa
  
Flash news:   Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini

Rastelli: «Ingenui nel non chiudere la gara»

Pubblicato in data: 22/3/2015 alle ore:17:16 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Massimo Rastelli«Il calcio è bello per questo perché nulla è scontato fino alla fine. Siamo scesi in campo contratti poi siamo entrati in partita, abbiamo segnato e potevamo chiuderla. Nella ripresa sembrava che potessimo chiuderla. Siamo riusciti a contenere il Perugia e con i cambi ho ritenuto opportuno coprirmi di più. Quando non si chiudono le partite si rischia di capitolare e così è successo. Il calcio è fatto anche di questi momenti. Raccogliamo meno di quello che stiamo seminando ma ci riprenderemo». C’è amarezza in sala stampa per la sconfitta con il Perugia maturata nei minuti finali della gara. Il tecnico binacoverde, Massimo Rastelli, non nasconde l’amarezza.«Quando si perdono partite del genere si fa fatica ad accettarlo. Dovevamo vincere 3 a 0 e invece abbiamo perso. Ci sono stati errori individuali. Avremo la forza per ripartire anche se la mazzata è stata pesante». L’Avellino è già pronto a guardare avanti. «Il lavoro è la ricetta. Possono succedere momenti simili. Dobbiamo lavorare sulla testa e limitare i danni. Dobbiamo riprendere a fare punti e ottenere il massimo in ogni gara».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *