alpadesa
  
Flash news:   Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni” Il presidente Biancardi ad Atripalda:«Sanità lontana dalla gente. C’è bisogno di confronto e dialogo con tutte le parti sul territorio». FOTO Serie B, non basta il cuore all’Atripalda Volleyball: Ottaviano passa 3 a 1 Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas: battuta Reggio Emilia. Foto Oggi il giorno del dolore e dell’addio a Vittorio Salvati Il Centro Informagiovani comunale alla ricerca di un nuovo gestore: ecco l’avviso pubblico Dramma a Torino, i risultati dell’autopsia a chiarire le cause della morte di Vittorio Salvati. Domani sera la salma torna ad Avellino, i funerali a San Ciro domenica alle ore 16. Cordoglio e commozione

Post razzista su Facebook, l’assessore Prezioso respinge la richiesta di dimissioni «la mia storia personale e politica parla da sé»

Pubblicato in data: 23/3/2015 alle ore:13:34 • Categoria: Politica, Comune, Sinistra Ecologia e LibertàStampa Articolo

preziosoNon si spengono le polemiche sul post razzista vergato su Facebook dall’assessore all’Ambiente Antonio Prezioso. Le sezione cittadina di Sel attacca l’Amministrazione chiedendo le dimissioni dell’assessore Prezioso, che secondo la Sinistra avrebbe utilizzato tale tema solo come propaganda politica. Lo fa con una nota stampa nella quale critica stigmatizza l’utilizzo del temine “barcone” che ha segnato le tragedie di migliaia di uomini, donne e bambini in cerca di una nuova vita. «Il post di Prezioso su Facebook riferito agli extracomunitari ospitati a Bisaccia: “…..riprendete il barcone e tornatevene a casa!”, è molto più di una sgradevole  manifestazione di razzismo – scrive il partito di Nichi Vendola -. E’ la dimostrazione di una profonda disumanità in quanto invoca le  terribili tragedie umane che si sono verificate nei nostri mari. Prezioso non è nuovo a queste uscite furbesche alla ricerca di consensi su temi sensibili. Solo che questo argomento è troppo doloroso per usarlo come strumento di propaganda  politica. Il copione è sempre lo stesso e comprende la smentita che parla di strumentalizzazione della frase pronunciata. Ma cosa c’è da strumentalizzare in un’espressione così chiara?». Da qui la richiesta delle dimissioni come «unica via d’uscita seria a questo brutto pasticcio».
Richiesta di dimissioni respinta subito dal destinatario che giorni fa sul proprio diario di Facebook, nel commentare la protesta degli extracomunitari a Bisaccia, aveva scritto “Evidentemente stavano meglio nei paesi di appartenenza…riprendete il barcone e tornatevene a casa che tanti italiani non hanno neanche una sistemazione definibile disagiata” sollevando indignazione e polemiche. Post subito poi rimosso e sostituito con una foto che reca la scritta “No Racism”.
L’assessore di Fli Prezioso, che in diversi commenti ha ricevuto anche solidarietà, non vuole replicare a Sel per evitare ulteriori strumentalizzazioni, ma assicura di non volersi dimettere spiegando che «La mia storia personale parla da sé e al Comune sono presenti atti di giunta che recano la mia firma a favore di immigrati. Sono contro ogni forma di razzismo. Respingo anche l’accostamento alla Lega Nord che non è accomunabile alla mia storia politica perché per me l’unità nazionale è un totem inamovibile. Ho rimosso il post perché ho capito che si era presa una piega sbagliata leggendo i commenti. Resto a favore dell’accoglienza regolamentata».
L’assessore di Fli della giunta Spagnuolo, che ricopre le deleghe all’Ambiente e all’Edilizia economica popolare, a dicembre 2012 sempre con un altro sfogo su Facebook creò un caso politico in città e lo strappo nell’Amministrazione tra sindaco ed Udc. Prezioso prima di partecipare alla riunione d’insediamento della nuova giunta, scrisse di non sentirsi sereno denunciando poteri occulti e «strane nubi nere si addensano sul Comune di Atripalda, la mia azione politico-amministrativa tesa a salvaguardare gli interessi della collettività, in settori nevralgici come i rifiuti e l’edilizia residenziale pubblica, evidentemente ostacola le speculazioni economiche di qualche potere occulto (ma non troppo occulto)».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 risposte a “Post razzista su Facebook, l’assessore Prezioso respinge la richiesta di dimissioni «la mia storia personale e politica parla da sé»”

  1. Marco ha detto:

    Se queste sono le parole di un assessore, poi non ci dobbiamo scandalizzare se capitano episodi come quello successo nella vicina Venticano : Tratto da Ottopagine del 19.03.2015 : Extracomunitari alla fermata, ma il bus non si ferma

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=pullman%20linea%20non%20si%20ferma%20immigrati%20fermata&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&ved=0CCEQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.ottopagine.it%2Fav%2Fcronaca%2F8920%2Fextracomunitari-alla-fermata-ma-il-bus-non-si-ferma.shtml&ei=Gj4QVcLtCIrOygO1uIHwBw&usg=AFQjCNHeFI5N4miyZ1uq18oYMc8sTcqJog

  2. consuelo lopes ha detto:

    Prezioso si deve dimettere solo perche’ ha espresso chiaramente quello che pensano GLI ITALIANI SAGGI? MA IN CHE MONDO SIAMO? ANTONIO NON TI SONNA’ MANCO LONTANAMENTE E TI DIMETTE

  3. Nappo Carmela ha detto:

    Sono d’acccordo quello che hai detto Marco

  4. peppe ha detto:

    prezioso vede strane nubi nere……..sente anche le vocine?……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *