alpadesa
  
sabato 19 settembre 2020
Flash news:   Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre Serie C 2020/2021, ecco il cammino dell’Avellino Festeggiamenti Santo Patrono San Sabino Vescovo, oggi messe all’aperto in piazza Umberto I ad Atripalda Regionali, il movimento politico “Irpinia Adesso” al fianco di Alessia Castiglione (Fdi)

L’Amministrazione a lavoro per il ritorno in piazza del mercato

Pubblicato in data: 5/4/2015 alle ore:11:30 • Categoria: Attualità, Comune

mercato-acacie2Ritorno del mercato nel centro città, al Comune si lavoro per riportare la fiera del giovedì nella sua collocazione storica.
Per accelerare il trasferimento, l’Amministrazione Spagnuolo con il sindaco ed il delegato al Commercio, Flavio Pascarosa, hanno affidato al geometra dell’Utc , Eugenio Cecchini, il compito di individuare tutti gli spazi da realizzare e dove ricollocare le bancarelle divise per tipologie.
I tempi tecnici non sono brevissimi, ma per la fine dell’estate l’Amministrazione vuole riuscire a riportare il mercato in piazza Umberto, piazza Sparavigna, via Fiume e via Aversa.
«Abbiamo affidato il compito al geometra Cecchini di curare tutti gli aspetti tecnici che richiede il trasferimento – spiega il delegato al Commercio Flavio Pascarosa -. Bisogna infatti mettersi  a norma con la legge regionale e quello che prevede l’Asl ed i vigili del fuoco, studiare la collocazione degli spazi, l’ubicazione delle bancarelle e di eventuali vie di fuga per consentire il passaggio di eventuali ambulanze e autobotti dei vigili. Inoltre per gli alimentaristi vanno individuate le bocche d’acqua. Un lavoro non semplice che sto portando avanti con il supporto di tutti gli uffici, dal sindaco al dottore Reppucci e all’Utc che mi stanno dando una grossa mano».
Attualmente la fiera settimanale si svolge tra parco delle Acacie e via San Lorenzo, un’ubicazione che scontenta i commercianti non a posto fisso. Da maggio 2010 è diminuito sia il numero di utenti che anche il numero di esercenti che prendono parte al mercato, passati dai 225 a soli 151. Il tutto si è tradotto in una diminuzione forte degli incassi giornalieri. Numeri di una crisi che hanno spinto in questi anni più volte i rappresentanti sindacali degli ambulanti, con in prima linea la Confcommercio, a richiedere un ritorno in piazza Umberto della fiera. Richiesta ribadita anche nell’incontro svoltosi una settimana fa a Palazzo di città.
«Nella riunione, sollecitata dagli ambulanti per conoscere lo stato dell’arte – prosegue Pascarosa – abbiamo rassicurato che la questione non è rimasta lettera morta, ma che stiamo lavorando e che tutto procede bene. Tra una quindicina di giorni ci rincontreremo con gli operatori del mercato per fare un ulteriore punto della situazione e vedere se ci sono altre criticità da superare.  Un confronto in cui verrà illustrata anche la nuova ubicazione nel centro. Con gli operatori si è creata una sinergia visto l’intento comunale e la volontà di riportare il mercato in piazza. Prima di mettere mano al progetto esecutivo però, faremo anche un incontro con la cittadinanza, le sigle sindacali e coinvolgeremo anche gli operatori a pasto fisso perché vogliamo il contributo di tutti».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “L’Amministrazione a lavoro per il ritorno in piazza del mercato”

  1. cittadino ha detto:

    Bisogna aggiungere anche via Gramsci come zone individuate dal mercato, altrimenti non bastano le strade per soddisfare tutto il mercato.

  2. Angelo ha detto:

    Voi dite che ce la fanno??????

  3. Nappo Carmela ha detto:

    non sono d’accordo di far ritornar in piazza il mercato perché i camion rompono le mattonelle e dopo noi contribuenti paghiamo. altri comuni hanno il mrcato sttimanale fuori paese

  4. Riportare il mercato del giovedi in piazza Umberto I° e’ inaudito, chi li paghera’ i danni che producono gli ambulanti, avete visto come hanno ridotto il parco delle acacie, si riportare il mercato in centro va’ bene, magari dove era prima nella zona dell’ ex contrada Santissimo, ma per carita’ tenetelo lontano dalla piazza, io sono sicuro che anche il prefetto di Avellino non dara’ l’ ok. perche’ per un’ emergenza le strade del centro devono essere libere per il transito dei soccorsi, questa e’ storia vecchia e gli amministratori lo sanno molto bene, quindi va’ bene riportare il mercato del giovedi nella ex contrada Santissimo, li mettersi in regola con l’ A.S.L. e fare i lavori d’ adeguamento che servono e la storia e finita’, li in quella zona di Atripalda c’ e’ molto spazio sia per le bancarelle sia per i parcheggi e le strade sono larghe, basta con questa idea di riportare il mercato nella piazza solo perche’ lo richiedono i bar e i negozi con il solo scopo di fare cassa, la maggioranza degli Atripaldesi non lo vogliono di nuovo nella piazza, gli ambulanti sono peggio di Attila re degli Unni, se ne fregano dei danni che producono agli arredi della piazza, dove passano loro distruggono tutto e i danni restano a noi che viviamo la piazza, lo vedete solo per qualche camion che transita sulla pavimentazione durante le feste ha fatto saltare parte della pavimentazione, immaginate i camion che transiteranno nella piazza una volta alla settimana che danni produranno, quante persone inciamperanno sulla pavimentazione lesionata e per colpa delle cadute quante di loro andranno in ospedale, e chi paghera’ le cadute di queste persone, la cassa comunale che e’ gia’ secca, quindi mettiamoci l’ anima in pace sara’ impossibile riportare (il) caos, pardon il mercato in piazza, ci sono delle severe leggi da rispettare, meditate gente meditate.

  5. Max ha detto:

    Ottima scelta così almeno nel parco delle acacie si potrà fare nel mese di Agosto la fiera delle bancarelle, o no?

  6. Francesco ha detto:

    La prossima amministrazione, perchè così sarà, dovrà leggere molte, ma molte carte.

  7. salvatore ha detto:

    ritorno in p.zza con tutti gli accorgimenti previsti x legge,chi sbaglia va punito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *