alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 4 casi ad Atripalda. In provincia sono 187 i positivi Farmer Market di Atripalda, ok alla gestione annuale Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia La Giunta Spagnuolo approva il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori di ristrutturazione del campo sportivo comunale “Valleverde” in erbetta sintetica. Il sindaco: “un intervento importante” Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia

Dopo l’amichevole scatta la contestazione dei tifosi

Pubblicato in data: 21/4/2015 alle ore:12:50 • Categoria: Avellino Calcio

Rastelli Taccone e De Vito a colloquio con i tifosiSi registrava un clima di contestazione ieri pomeriggio allo Stadio “Partenio-Lombardi”.
Tifosi biancoverdi inviperiti con la squadra per il pareggio di Varese e subito dopo l’amichevole è scattata la protesta. A far da pacieri ci hanno pensato Fabio Pisacane, il direttore Enzo De Vito e alla fine anche il mister Massimo Rastelli.

In Tribuna Termino erano circa cento i ragazzi della Sud che hanno assistito alla partitella contro la Primavera di Mister Luperto, vinta per otto reti a uno.

Silenzio surreale all’inizio dell’amichevole, ma il malumore e il principio della contestazione covavano sotto la cenere e così è stato: parole pesanti verso la rosa biancoverde, rea di scarso impegno e del deludente pareggio contro l’ultima in classifica.

Ovviamente tra i ragazzi che contestavano vi erano anche quelli che hanno assistito alla gara in terra varesina ed hanno espresso e manifestato tutta la loro rabbia e delusione per i sacrifici fatti restando in terra lombarda due giorni prima di assistere alla gara e venendo “ripagati” in modo deludente a loro dire dalla prestazione abulica e rinunciataria della squadra biancoverde allenata da Massimo Rastelli.

Civile protesta, motivata e legittima quella attuata oggi dai supporters biancoverdi, che hanno avuto un chiarimento con Fabio Pisacane, uno dei primi atleti a terminare l’allenamento di scarico con il gruppo dei calciatori scesi in campo al “Franco Ossola” di Varese.

Il difensore nativo di Napoli si è fermato a parlare per qualche minuto con i tifosi che hanno chiesto spiegazioni sull’andamento delle ultime partite.

E’ stata la volta poi del direttore Enzo De Vito, presente all’allenamento insieme al direttore generale Massimiliano Taccone. Il direttore sportivo si è prestato al dialogo con i tifosi assiepati nella tribuna Terminio superiore.

Infine nel faccia a faccia il tecnico Rastelli ha spiegato agli ultrà:“ Io ci metto la faccia, non ho paura di guardarvi negli occhi – ha detto ai suoi tifosi il tecnico dell’Avellino – I ragazzi danno l’anima, magari a volte non riescono a dare il massimo. Non pensate ad altri fattori extracalcistici, è un qualcosa che non esiste almeno fino a quando ci sarò io”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *