alpadesa
  
Flash news:   Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella Laurea Pierfrancesco Antonio Annuvolo, auguri

Shoah, la testimonianza di Sami Modiano lunedì alla chiesa di Sant’Ippolisto

Pubblicato in data: 30/4/2015 alle ore:18:10 • Categoria: Cultura

sami-modianoSami Modiano, sopravvissuto alla Shoah, incontra lunedì mattina gli studenti del liceo scientifico “V. De Caprariis” di Atripalda.
L’appuntamento, organizzato nell’ambito del “Progetto Legalità – testimone del mio Tempo” si svolgerà presso la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire, alle ore 10.
Una testimonianza della sua tragica esperienza nel campo di Auschwitz- Birkenau. La cittadinanza è invitata a partecipare.
Samuel Modiano, conosciuto da tutti come Sami, è nato nel 1930 a Rodi, possedimento italiano dal 1912. Cittadino italiano di religione ebraica, nel 1938 Sami, così come tutti i suoi famigliari, viene considerato appartenente alla razza ebraica e su questa base perseguitato. Nel luglio 1944, a seguito dell’arrivo degli uomini di Eichmann a Rodi, tutti gli ebrei presenti sull’isola vengono arrestati, trasportati ad Atene e poi deportati nel campo di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau. Di 2.500 persone si salveranno solo 120 donne e 33 uomini, uno dei quali è Sami che sopravvive anche alla marcia della morte, mimetizzato in un mucchio di cadaveri, trovando poi riparo in una casupola dove incontra Primo Levi. Dopo il ritorno, si trasferisce in Africa, da dove però fuggirà a causa della sanguinosa guerra del Congo. Per lunghi anni Modiano ha taciuto sulla sua esperienza. Poi ha trovato la forza di raccontarla, prima ai ragazzi delle scuole e oggi, finalmente, in un libro unico, Per questo ho vissuto. La mia vita ad Auschwirtz-Birkenau e altri esili, edito da Rizzoli, affinché tutti conoscano la sua esperienza di tragedia, rinascita, testimonianza.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Alternanza scuola-lavoro, sottoscritta convenzione tra Comune e Liceo De Caprariis

La giunta comunale di Atripalda ha approvato lo schema di convenzione con  il Liceo Scientifico  Statale “V. De Caprariis”, per Read more

Commozione in città per la scomparsa del professore Gigino Moschella

Dolore in città per la scomparsa del professore Luigi Moschella. Il professore è venuto a mancare circondato dall'affetto dei suoi Read more

“Educazione alla legalità economica”, GdF al liceo scientifico “V. De Caprariis”

Questa mattina, presso il Liceo Scientifico Statale “De Caprariis” del Comune di Atripalda, si è tenuto un incontro delle Fiamme Read more

Organizzazione rete scolastica, approvato dalla Provincia il provvedimento di programmazione. Interessato anche il liceo atripaldese

Approvato il provvedimento relativo alla programmazione dell’offerta formativa e dell’organizzazione della rete scolastica per l’anno 2015/2016. Tra le ipotesi di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *