alpadesa
  
Flash news:   Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS Accusa un malore mentre attraversa la strada ad Atripalda: paura ieri in via Gramsci Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato Buona affluenza per la prima Notte Bianca atripaldese in via Gramsci. FOTO Us Avellino, Aniello Martone è il nuovo Direttore Generale Us Avellino, trovato l’accordo: presidente Luigi Izzo e Nicola Circelli vice Le studentesse atripaldesi Silvia Minichini e Chiara Pierno premiate all’Università di Salerno Muore a 36 anni, addio ad Angelo De Angelis: Original Fans e Scandone in lutto Bisceglie espugna il Paladelmauro

Carabinieri sventano l’ennesimo furto all’Unieuro: i ladri realizzano un foro nel muro. FOTO

Pubblicato in data: 6/5/2015 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Tentato furto all'Unieuro, foro2Un grande foro praticato nella parete laterale come porta d’accesso per entrare al negozio ma i carabinieri sventano l’ennesimo furto all’Unieuro di via Appia. Avrebbero potuto portare a termine un ingente colpo al negozio specializzato in prodotti di informatica, telefonia ed elettrodomestici ubicato all’interno del “Parco Commerciale Appia”, il secondo in meno di un mese, ma il tempestivo intervento dei Carabinieri della locale stazione, diretta dal comandante Costantino Cucciniello, ha fatto saltare ogni piano  e messo in fuga i malviventi.
Preziosa è stata questa volta la collaborazione di una cittadina residente che, richiamata in strada da alcuni rumori sospetti provenienti proprio dal grande complesso commerciale, non ha esitato ad allertare gli uomini della Benemerita.
E’ quanto avvenuto l’altra notte intorno alle 2, quando ignoti hanno provato a guadagnarsi l’accesso nel locale dell’edificio creando un varco nel muro in cemento con l’obiettivo di fare razzia dei prodotti sugli scaffali.
Un grande foro quadrato come porta d’accesso per entrare nel negozio ma fortunatamente il punto scelto per realizzare l’incavo presenta alle spalle una vetrina interna molto pesante adibita ad esposizione degli articoli. Proprio il grande scaffale ha fatto così da ostacolo all’accesso nel locale.
Tentato furto all'Unieuro, foro1Il rumore prodotto dai ladri nel demolire la parete ha richiamato l’attenzione di una residente che ha allertato così le forze dell’ordine.
All’arrivo dei militari purtroppo nessuna traccia dei ladri, che sono scappati via prima di essere acciuffati dileguandosi a piedi lungo la campagna posta nel retro del centro che sbuca su via Ferrovia.
Gli investigatori sospettano che nel gruppo in azione vi fosse almeno uno con funzioni di vedetta che alla vista delle sirene ha lanciato l’allarme per fuggire via.
A rallentare l’intervento dei carabinieri è la chiusura serale del cancello esterno al parco commerciale, che ha costretto gli agenti a dover lasciare fuori l’auto di servizio per proseguire l’inseguimento notturno a piedi.
Il negozio inoltre non è dotato di un sistema di videosorveglianza per cui non potranno essere utilizzate le immagini ai fini dell’attività investigativa per risalire agli autori. Le forze dell’ordine hanno eseguito anche un sopralluogo per repertare tracce utili alle indagini.
Diversa sorte invece meno di un mese fa, quando il colpo andò a segno. I ladri riuscirono ad introdursi di notte nell’attività commerciale, nonostante fosse scattato l’allarme, dopo aver forzato e tagliato una porta d’uscita d’emergenza laterale dell’edificio.
Una volta all’interno, dal reparto telefonia dove sono esposti i cellulari, dopo aver infranto le vetrine degli scaffali, riuscirono a prelevare numerosi smartphone in esposizione, per un valore di diverse migliaia di euro, riponendoli negli zainetti.
A lanciare l’allarme furono gli agenti della Cosmopol, al cui istituto di vigilanza privata è collegato il sistema d’antifurto che suonò non appena fu forzata la porta d’accesso.  Con la stessa abilità e destrezza i ladri riuscirono però a far perdere ogni traccia, allontanandosi a piedi con gli zainetti fino alla strada dove ad attenderli quasi certamente vi era un complice in auto.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *