alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2

Dolore per la scomparsa di Pasquale Caputo, ieri il settimo

Pubblicato in data: 6/5/2015 alle ore:06:00 • Categoria: Cronaca

Scomparsa CaputoDolore in città per la scomparsa dell’imprenditore di via Cesinali Pasquale Caputo molto conosciuto in regione nel campo della distribuzione dei lubrificanti Fiat per auto. Un ictus l’ha strappato all’affetto dei suoi cari, lascia un vuoto incolmabile per la moglie Maria Rosaria Aquino, i figli Gianluca, Antonello e Paola e i parenti tutti.
Ieri pomeriggio il settimo presso la chiesa di Sant’Ippolisto, dove si sono svolti anche i funerali giorni fa. Questa il messaggio dei nipoti Alberigo, Domenico e Gabriella letto in chiesa ieri: «Siamo qui a ricordare che persona eccezionale è stato nostro zio e la vostra presenza, oggi, in questa chiesa ne è la conferma.  Ricordiamo soprattutto un uomo semplice, con i suoi pregi e i suoi difetti, che è riuscito con il suo affetto a cambiare la vita di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarlo sulla propria strada. Tu hai creduto nel lavoro come ad un bene comune e non in una prospettiva privatistica, hai offerto lavoro a tante persone, rendendo ed elevando la loro dignità, nelle aziende che hai creato e che oggi i tuoi figli Gianluca ed Antonello dirigono eloquentemente, apportando ricchezza e benessere a questo nostro territorio. Un enorme senso di  vuoto ci ha assalito quando qualche giorno prima della tua dipartita ti abbiamo visto sofferente in quel letto dell’ospedale di Isernia. Il nostro ricordo va ora a quando eravamo soliti incontrarti in questa Chiesa dedicata a Sant’ Ippolisto Martire alla messa vespertina che venivi ad ascoltare insieme con la compagna e moglie della tua vita».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *