alpadesa
  
Flash news:   Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di AtripaldaNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Atripalda Volley, visita e benedizione al Santuario di Montevergine Scandone sconfitta dalla Palestrina per 87-50 Lupi ancora sconfitti, contro la Paganese finisce 3-1 Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi

Ladri in fuga contromano da Baiano a Candela, spari in autostrada

Pubblicato in data: 9/5/2015 alle ore:11:45 • Categoria: CronacaStampa Articolo

polizia-stradaleNotte di paura con rocambolesco inseguimento contromano e spari lungo l’autostrada Napoli-Bari l’altra sera tra auto della Polstrada ed una Bmw rubata con a bordo quattro malviventi.
Una folle corsa lungo l’A16 con l’auto dei ladri che per un lungo tratto, tra il casello di Baiano e quello di Candela, ha sfrecciato contromano ad una velocità di oltre 200 km orari, tra la paura della auto provenienti da Bari. Quasi 100 km percorsi contromano con gli automobilisti che sono riusciti a scansare miracolosamente la Bmw. Attimi di terrore si sono così vissuti e solo per miracolo e grazie al tempestivo intervento della Polizia, che ha bloccato tutti i varchi in entrata ed uscita dall’autostrada, facendo segnalare il pericolo sui tabelloni luminosi dell’A16, si è evitata una tragedia.
«Nei pressi dello svincolo di Baiano – racconta il comandante della Polizia stradale, il vice questore Renato Alfano – il conducente della Bmw 530, per forzare un posto di blocco della polizia stradale, ha compiuto una manovra sconsiderata e pericolosissima, facendo con un testa coda rocambolesco un’inversione sulla propria corsia di marcia per riprende la fuga incredibilmente contromano in direzione Bari. Sentendosi braccati hanno poi abbandonato l’auto al km 121, nei pressi dello svincolo per Candela, e si sono dileguati a piedi tra la fitta boscaglia circostante. Abbiamo recuperato l’auto rubata, e la refurtiva composta da oggetti preziosi».

Alla caccia ai malviventi hanno preso parte le Squadre Volanti della Questura di Avellino dirette dal dottor Elio Iannuzzi, la Polizia stradale ed i Carabinieri del Comando provinciale di Avellino che l’altra sera hanno cercato di bloccare la fuga dell’auto di grossa cilindrata, di colore grigio scuro, che a tutto gas ha percorso l’autostrada per un lungo tratto contromano.
Nell’auto c’erano gli autori di un furto e di un tentativo di rapina in due abitazioni, la prima a Solofra e una villetta ad Atripalda. I ladri non contenti del primo colpo messo a segno in serata nella cittadina della Concia dove avevano ripulito di gioielli e contanti un appartamento del centro, senza che i proprietari, in quel momento in casa, si accorgessero di nulla, hanno poi mirato ad una villetta in contrada Tufarole, nel territorio ai confini tra Atripalda ed Avellino, lungo la parallela che costeggia la Variante 7bis e che transita alle spalle del carcere di Bellizzi Irpino. Qui, intorno alle ore 22, due di loro, armati di pistola, sono riusciti ad introdursi in una villetta per compiere l’ennesimo furto. Gli altri due sono rimasti fuori in auto ad attendere come vedette. Non appena entrati in casa è scattato l’allarme ed il padre della giovane coppia, che vive in una villetta accanto, ha immediatamente allertato le forze dell’ordine. In quel momento sono rincasati anche i proprietari che sono stati minacciati con pistola dagli altri due malviventi che hanno avvertito i loro complici ed iniziato la fuga. «Ci hanno allertato – racconta il dottor Elio Iannuzzi della Squadra volanti – fornendoci il numero di targa. Già avevamo raccolto anche la segnalazione di un’auto che aveva commesso un furto a Solofra». Ha preso il via così l’inseguimento con la Bmw, lanciata a tutta velocità lungo la Variante prima, e per le strade di Torrette di Mercogliano poi in direzione Autostrada. Nel corso dell’inseguimento autostradale sono stati esplosi anche colpi di arma da fuoco da parte della Stradale di Avellino in aria per cercare di intimidire i ladri. Ma non c’è stato nulla da fare. Le indagini e le ricerche sono ancora in corso con posti di blocco su tutto il territorio provinciale.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *