alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia Coronavirus, Idea Atripalda scrive al sindaco per chiedere un punto drive test per effettuare i tamponi naso-faringei L’Avellino travolge la Casertana: 3-1 il finale Si chiude la controversia giudiziaria tra il Comune di Atripalda e la Ingino Spa dopo che il Tar di Salerno dà ragione all’azienda agroalimentare Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.273. In Campania nuovo record Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi

Festeggiamenti Sant’Antonio da Padova, ieri sera alzata del Pannetto in piazza Umberto tra fuochi pirotecnici e arco luminoso. FOTO

Pubblicato in data: 14/5/2015 alle ore:11:00 • Categoria: Cultura

Pannetto S.Antonio 2015 n.2Buona partecipazione di fedeli ieri sera all’alzata del pannetto di Sant’Antonio da Padova. Quest’anno, come da tradizione, c’è stato il ritorno dei fuochi pirotecnici nel cielo nel momento dell’alzata del pannetto e l’accensione dell’arco luminoso, voluti dal Comitato festa, guidato dall’instancabile Sabino Berardino, che hanno creato un’atmosfera molto bella. La benedizione è stata effettuata dal parroco della Chiesa Madre di S. Ippolisto Don Enzo De Stefano.  Presenti alla celebrazione in Piazza Umberto I il sindaco della cittadina del Sabato Paolo Spagnuolo, con il vice Luigi Tuccia, l’assessore Fabiola Scioscia, con amministratori e consiglieri comunali, il parroco Don Ranieri Picone,  il comandante della locale stazione dei Carabinieri Costantino Cucciniello e il presidente della Pro Loco Atripaldese Lello LabatePannetto S.Antonio 2015 n.3.
Pannetto S. Antonio 2015 n.1Pannetto S.Antonio 2015Pannetto S. Antonio 2015 n.4

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “Festeggiamenti Sant’Antonio da Padova, ieri sera alzata del Pannetto in piazza Umberto tra fuochi pirotecnici e arco luminoso. FOTO”

  1. Giulio ha detto:

    Si preannuncia un gran festone.
    Piazza stracolma.

  2. Che bello, finalmente il comitato festa di S. Antonio ha ripreso la tradizione di fare esplodere nel cielo i fuochi pirotecnici nel momento dell’ alzata del pannetto di S. Antonio che un mese prima annuncia alla cittadinanza Atripaldese la festa del nostro amato S. Antonio di Padova, la scena religiosa e’ stata bellissima, non succedeva cosi da molti anni, con la benedizione del pannetto con la sacra immagine di S. Antonio di Padova e dei fedeli presenti da parte di don Enzo, con l’ accensione dell’ arco luminoso della ditta Cella, i fuochi pirotecnici nel cielo e’ il suono delle campane; Adesso si spera che anche i comitati festa della Madonna Del Carmine e di San. Sabino riprendono anche loro la tradizione dei fuochi pirotecnici nel cielo nel momento dell’ alzata del pannetto in piazza Umberto I°, e l’ accensione dell’ arco luminoso una nuova tradizione che fu’ lanciata qualche anno fa’ dal comitato festa della Madonna Del Carmine, per concludere a me non resta che ringraziare il comitato festa di S. Antonio che con l’ esplosione dei fuochi pirotecnici nel cielo questa volta l’ alzata del pannetto e’ stata davvero sentita anche da lontano dagli Atripaldesi non presenti alla cerimonia religiosa tenutasi nella piazza, e si e’ davvero percepito il senso dei festeggiamenti e non come succedeva per anni che questa cerimonia nasceva e finiva nella piazza solo per i presenti.

  3. nati' ha detto:

    Giulio,l’importante che ci sia tanta gente alla processione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *