alpadesa
  
Flash news:   Il senatore Ugo Grassi lascia il M5S e passa alla Lega Si rinnova domani l’appuntamento con la tradizione centenaria dei Cicci di Santa Lucia Futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità di Atripalda, parla il sindaco Spagnuolo: «L’iniziativa è a favore dei più bisognosi e si farà utilizzando solo pochi locali. Ringrazio la Fondazione. Come Comune assicureremo attività di controllo e monitoraggio» Giorgia Casaburi e Pasquale Piscitelli vice campioni italiani 2019 di Taekwondo L’associazione di promozione sociale “L’Argine APS” in campo con una raccolta di beni per i detenuti Il futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda accende il dibattito in città Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS Accusa un malore mentre attraversa la strada ad Atripalda: paura ieri in via Gramsci Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato

Omaggio a Santa Rita, la città in strada. Fotoservizio

Pubblicato in data: 24/5/2015 alle ore:17:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Processione Santa Rita 2015 1Le nubi non fermano la processione tra folla e commozione per Santa Rita. Una devozione e una fede che non tramontano ad Atripalda per Santa Rita da Cascia. Sempre lunga ed affollata la processione che si è alternata tra squarci di sole e nubi.
Una grande partecipazione popolare venerdì sera. Le strade del centro cittadino si sono riempite di fedeli in occasione della solennità della ricorrenza religiosa.
Processione Santa Rita 2015 6Il parroco della Chiesa del Carmine, don Ranieri Picone, il sindaco Paolo Spagnuolo, la Confraternita di Santa Monica con le autorità civili e militari con il comandante della stazione dei Carabinieri, Costantino Cucciniello e le confraterrnite ed associazioni cittadine, hanno portato in processione, tra inni e preghiere, la statua di Santa Rita, la protettrice dei casi impossibili.
All’interno della Chiesa di San Nicola da Tolentino, di piazzetta Vittorio Veneto, da dove ha preso il via e si è conclusa la lunga processione, è stata realizzata l’infiorata di rose rosse. Con il primo cittadino, tanti amministratori.
Un fiume di fedeli anche quest’anno hanno partecipato con devozione ad un appuntamento di religiosità intima e di tradizione cittadina.Dopo la messa e  le benedizione delle rose, ha preso il via per le strade della città la processione. Una fede che non accenna a diminuire, una spiritualità crescente per la protettrice dei casi impossibili.
Processione Santa Rita 2015 1
Processione Santa Rita 2015 2Processione Santa Rita 2015 4Processione Santa Rita 2015 5Processione Santa Rita 2015 7Processione Santa Rita 2015 8

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Omaggio a Santa Rita, la città in strada. Fotoservizio”

  1. La festa ha detto:

    Complimenti agli organizzatori della festa con la benedizione delle rose e la processione di Santa Rita da Cascia, una cerimonia festosa che si migliora di anno in anno, per l’ anno prossimo si puo’ ancora migliorare magari con le offerte dei devoti, dopo il ritorno della banda musicale, di qualche bancarella e delle lampadine accese davanti alla porta d’ entrata della Chiesa di San. Nicola, si potrebbe aggiungere anche qualche arco luminoso montato sui pali nella piazzetta Vittorio Veneto e per dare un tocco in piu’ alla processione, qualche fuoco pirotecnico in via. Serino, anche poco, ma tale da farci sentire di piu’ la festa della nostra cara Santa Rita, pensateci bene, avete un’ anno di tempo, costera’ poco, basteranno per le luminarie e qualche fuoco pirotecnico un circa 3.000 euro, credo che ogni Atripaldese verace dara’ magari 1.00, 3.00, 5.00 euro per la sua amata Santa, non sara’ la festa che si faceva negli anni 60/70 che era molto bella e durava alcuni giorni, ma di questi tempi di crisi va’ bene anche cosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *