alpadesa
  
Flash news:   Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino Consorzio dei Servizi Sociali A5, dopo l’elezione di Vito Pelosi parla Nancy Palladino: «Non c’era alcun accordo politico tra Pd e Iv, anzi se ci fosse stato io non ne ero a conoscenza» Coronavirus, sono 10.925 i nuovi contagi: mai così tanti dall’inizio della pandemia Coronavirus, il sindaco Spagnuolo tranquillizza i genitori degli alunni della Masi sottoposti a tampone: “i report parziali segnalano una negatività al covid-19”

La rabbia di Pisacane: «arbitri incapaci»

Pubblicato in data: 30/5/2015 alle ore:14:07 • Categoria: Avellino Calcio

Pisacane«Dobbiamo per forza provare a ribaltare il risultato. La Spezia insegna. Lo spogliatoio vive un grande momento e con l’aiuto dei tifosi tutto può succedere. Qualche episodio a favore e una grande partita possiamo ribaltare il risultato». Ne è convinto Fabio Pisacane che con l’ammonizione rimediata salterà la gara di ritorno: «La palla era metà e metà, era il mio primo fallo ed erano passati solo venti minuti, purtroppo Pasqua ha deciso così. Secondo me gli arbitri non decidono in malafede sono solo incapaci. Anche a La Spezia, Gavillucci, nella gestione dei cartellini non mi è piaciuto».
Un Avellino che gioca con il cuore ma che appare stanco:«Non abbiamo avuto modo per recuperare, poi il Bologna ha avuto qualche giorno in più. Detto questo abbiamo giocato alla pari. Dispiace che nell’unico tiro in porta ci hanno punito. I giocatori sono grandi anche per questo. Ma il calcio è imprevedibile. Un mese e mezzo fa si viveva un’atmosfera diversa mentre abbiamo vissuto una serata magica».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *