alpadesa
  
Flash news:   Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre

Rastelli: «meritavamo la finale»

Pubblicato in data: 3/6/2015 alle ore:21:01 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

avellino-sambenedettese-coppa-italia-rastelli«Gli applausi finali sono una cartolina bellissima. E’ il riconoscimento più bello per un gruppo di ragazzi fantastici. Sono orgoglioso di loro perché non era difficile fare una partita simile. Sapevo che potevamo essere la mina vagante dei play off. Avevamo la mente libera. C’è il rammarico perché all’ultimo secondo avremmo meritato il gol di Castaldo». Questo il commento del tecnico Rastelli a fine gara. «C’è tanto lavoro dietro e i ragazzi sanno benissimo quali sono le caratteristiche dei compagni che ci possono creare vantaggi. Le spizzate per il compagno libero le proviamo sempre in allenamento. Peccato aver preso quel gol nel nostro momento migliore».Sul futuro: «In settimana incontrerò la società e vedremo qual è la soluzione migliore per tutti. Al momento mi fa piacere aver terminato così il campionato. A bocce ferme decideremo». La ricetta del successo per il tecnico è un mix di fattori: «Abbiamo una tifoseria fantastica, una società seria, un direttore sportivo certosino, un direttore generale che fa squadra. Io sono l’allenatore e provo a far funzionare i giocatori di cui dispongo».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *