alpadesa
  
sabato 21 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

“Comuni Ricicloni Campania 2015”, Atripalda incassa due riconoscimenti: tra i primi undici in regione. La soddisfazione dell’assessore Prezioso: “avevamo ereditato un servizio lacunoso”

Pubblicato in data: 11/6/2015 alle ore:13:53 • Categoria: ComuneStampa Articolo

raccolta-porta-a-porta-atripalda1All’atto del suo insediamento nel maggio del 2012,  questa amministrazione ha ereditato una servizio di raccolta rifiuti che definire lacunoso è un eufemismo. In dispregio al Decreto legislativo 152 del 2006, che fissa nel 65% la percentuale minima di raccolta differenziata che deve raggiungere ogni comune, Atripalda registrava  percentuali di differenziata del 32%. Come è immaginabile questo stato di cose non era più tollerabile, sia per ragioni economiche che per rispetto dell’ambiente. Ebbene nel giro di due anni grazie alla riorganizzazione del servizio di raccolta, effettuato oggi porta a porta, grazie ad una profonda opera di sensibilizzazione dei cittadini e soprattutto grazie al loro impegno, la nostra città ha l’onore di entrare a far parte del novero dei Comuni “ricicloni” Campania 2015. Nel corso della manifestazione tenutasi al Grand Hotel Salerno, il nostro Comune ha ricevuto ben due riconoscimenti. In termini assoluti undicesimo comune in Campania e quarto tra i comuni con popolazione tra i diecimila e i ventimila abitanti. Per la provincia di Avellino il nostro comune è risultato secondo dopo Marzano di Nola.

prezioso-con-una-mangialattineRiconoscimenti questi che ripagano la nostra amministrazione per il grande sforzo fatto nella direzione dell’incremento delle percentuali di raccolta differenziata e che evidenzia la grande sensibilità e senso civico dei nostri concittadini, che da pecora nera sono diventati modello per l’Irpinia e l’intera regione Campania. Questo di oggi però è solo il primo passo in tale settore un punto di partenza e non di arrivo, non bisogna adagiarsi ed abbassare la guardia, infatti per migliorare ancora le percentuali e l’organizzazione del servizio, stiamo attendendo le autorizzazioni necessarie per la creazione del centro di raccolta rifiuti ad Atripalda, per la cui realizzazione abbiamo ricevuto un finanziamento regionale. Purtroppo i soliti ritardi burocratici hanno di fatto allungato i tempi che inizialmente prevedevamo.

L’impossibilità  a far pagare una tassa rifiuti (TA.RI) più bassa, ci fa essere soddisfatti del nostro lavoro solo al 50%. In effetti tutti ci attendevamo una riduzione dei costi proprio alla luce dell’enorme incremento di differenziata, ma i conti che ci invia Irpiniambiente, la società che per legge gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, ci rassegnano una situazione economica diversa. La mancata riduzione dei costi è imputabile a diversi fattori: alla maggior forza lavoro impiegata per il servizio, all’ammortamento dei costi di acquisto dei carrellati, al fatto che diverse tipologie di rifiuti finiscono fuori regione, con conseguente aumento dei costi di trasporto. Ma il contributo maggiore all’aumento dei costi lo ha dato la Delibera n° 142 del 10 giugno 2013 a firma del Commissario Straordinario della Provincia di Avellino, con la quale si determinava un aumento dei costi di smaltimento della frazione indifferenziata da 109 euro/tonnellata a 193,39 euro/tonnellata, in sostanza quasi un raddoppio dei costi che hanno di fatto annullato i vantaggi ottenuti con l’incremento delle percentuali di differenziata. Di fronte alle fatture che ci invia il gestore del servizio (Irpiniambiente) non possiamo fare altro che ripartire secondo legge i costi tra famiglie (in base al numero dei componenti) e imprese (in base alla tipologia di attività), considerando che la legge ci impone di coprire i costi di tale servizio interamente con la Tassa dei rifiuti (TA.RI).

La Regione Campania ha decretato l’istituzione dell’ Ato  rifiuti, a cui competeranno  le scelte future in materia di gestione del ciclo integrato dei rifiuti e  nel quale condurremo la battaglia per  abbassare le tasse a carico dei cittadini. Nel frattempo confidiamo in un’azione decisa nella direzione dell’individuazione degli evasori totali, sconosciuti all’anagrafe dei contribuenti del Comune di Atripalda.

Antonio Prezioso
Assessore all’Ambiente Comune di Atripalda

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

15 risposte a ““Comuni Ricicloni Campania 2015”, Atripalda incassa due riconoscimenti: tra i primi undici in regione. La soddisfazione dell’assessore Prezioso: “avevamo ereditato un servizio lacunoso””

  1. pii ha detto:

    SE LA TASSA AUMENTA VORREI SAPERE IL VANTAGGIO DEL CITTADINO VISTO KA DEVE ANCHE SOPPORTARSI L’ONERE DELLA DIFFERENZA

  2. peppino ha detto:

    Purtroppo il nostro caro assessore dimentica che la raccolta differenziata è partita solo grazie al commisariamento
    Io al suo posto non sarei troppo entusiasta!

  3. Orlando ha detto:

    Solo chiacchiere e aumento della Tari.

  4. cittadino attento ha detto:

    Sono i cittadini X interposti amministratori ad aver avuto due riconoscimenti, e per tutta risposta ci aumentate la Tari.
    Cosa avete messo di vostro per arrivare ad una così alta differenziata?
    I bidoni? Ma fateci il piacere.

  5. Melinda ha detto:

    A voi gli oneri, a noi l’aumento. Ci vediamo al prossimo giro, forse a breve.

  6. Luca ha detto:

    PER GLI EVASORI TOTALI IO CHIAMEREI L’ FBI.

  7. MICHELE ha detto:

    ASSESSORE LEI NON HA FATTO NULLA
    ATRIPALDA E GLI ATRIPALDESI DEVONO RINGRAZIARE SOLO LA DOTTORESSA CURTO!!!!!!!!!!!

  8. tranquillo ha detto:

    Peppi’ tranquillo sappiamo bene che dobbiamo “ringraziare” il commissario per questa differenziata che al posto di diminuire i costi li aumenta ma tanto il commissario era di avellino non aveva a cuore le tasche degli atripaldesi ed ha semplicemente firmato il piano di quel carrozzone politico d irpiniambiente che altri invece non volevano perché appunto i costi sarebbero aumentati…………..come al solito il tempo è galantuomo……….

  9. NON DIMENTICO MAI ha detto:

    PREZIOSO faresti meglio a startene muto ! LA DIFFERENZIATA PARTI’ GRAZIE AL CONTRIBUTO DECISIVO DELLA DOTTORESSA CLARA CURTO ! Siamo alle solite :quando si è fuori dall’amministrare ? Tutti che sparano sentenze , appena entrano nelle stanze dei bottoni ? PERDONO LA MEMORIA ! ANDATEVENE A CASA , AVETE GIA’ DATO PROVA DELLA VOSTRA INCONSISTENZA AMMINISTRATIVA !

  10. Pino ha detto:

    BRAVO PII.
    OTTIMO COMMENTO. NOI FACCIAMO LA DIFFERENZIATA E LORO SI PRENDONO GLI ONERI AUMENTANDOCI LA TARSU. COSE DA NON CREDERE.

  11. peppe ha detto:

    Nonostante prezioso gli atripaldesi sono stati premiati per senso civico e rispetto civico. Ringraziamo il prefetto che commissario’ prezioso per incompetenza e nomino’ la Curto commissario che in 30 organizzo’ la raccolta. Ora non resta che conferire prezioso al suo posto.

  12. MaVeramente ha detto:

    Riconiscimenti che premiano questa amministrazione per gli sforzi…blablabla….ma quali sforzi…non la volevate neanche far partire….volevate denunciare Irpiniambiente con i conseguenti costi da sostenere…e sapendo di perdere..tra l’altro…Essere soddisfatti va bene….prendersene i meriti…D’altronde è il comportamento di questa amministrazione…le cose buone le avete fatte voi….senza riconoscere i meriti di chi realmente si e’adoperato..le cose sbagliate sono gli altri che le hanno fatte…Bravi bravi, e complimenti.

  13. Bruno ha detto:

    COMMENTO DOC DI MaVeramente. Veramente OK.

  14. NON DIMENTICO MAI ha detto:

    PREZIOSO :LA REGIONE HA DATO 300 MILAEURO PER L’ISOLA ECOLOGICA ! A CHE PUNTO STATE ? SIETE SEMPRE A ZERO , I FATTI PARLANO PER VOI !

  15. Un elettore ha detto:

    Ci vediamo alla prossima tornata elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *