alpadesa
  
Flash news:   Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto

Il Forum dei Giovani di Atripalda compie un anno

Pubblicato in data: 12/6/2015 alle ore:20:18 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Forum dei Giovani di AtripaldaOggi, 12 giugno 2015, il Forum dei Giovani di Atripalda compie un anno.
Di questi tempi lo scorso anno nessuno di noi immaginava quanto sarebbe stato gravoso adempiere alla nostra responsabilità: rappresentare i giovani di Atripalda nelle sedi istituzionali competenti. Non poche sono state le difficoltà nelle quali ci siamo imbattuti, la nostra inesperienza ha condizionato fortemente il nostro esordio, ma la nostra tenacia ha avuto, alla lunga, la meglio su qualsiasi impedimento si sia presentato sulla nostra strada, la quale, ne siamo ben consci, ci riserverà ulteriori sfide future.
Quando l’anno scorso gli iscritti al Forum mi hanno onorato della responsabilità di rappresentarlo, il quadro complessivo della “questione” giovanile presentava, tra il disinteresse generale imperante, dei segnali confortanti: dopo tanto tempo, in un gruppo di giovani volenterosi stava crescendo quella voglia e quel senso di responsabilità necessario per riunirsi e pensare a come “risvegliare” la nostra realtà. Convinti delle nostre possibilità e armati di buoni propositi, abbiamo portato avanti le nostre sfide volte alla riqualificazione ambientale, all’inclusione e al coinvolgimento sociale, alla valorizzazione del capitale culturale che i giovani atripaldesi posseggono e che è, molte volte, passato inosservato ai più. Non ritengo necessario elencare in questa sede le tante iniziative promosse, tenendo sempre conto delle ristrettezze di bilancio che questa epoca di crisi ci impone, mi limito soltanto a far notare come tutte le nostre attività abbiano, allo stato di fatto, coinvolto diverse fasce di età: di ciò siamo orgogliosi, considerando l’amore incondizionato che nutriamo per la nostra Terra e per questa nostra comunità.
Dopo 12 mesi di lavoro quotidiano, mi sento in dovere di ringraziare la giunta per il suo prezioso lavoro di squadra, tutti i ragazzi che ci danno una mano per l’entusiasmo che trasmettono ogni giorno, e le associazioni con cui il Forum collabora, nello specifico l’Associazione Giancarlo Imbimbo, Libera nomi e numeri contro le mafie, la Pro Loco di Atripalda, il sig. Sabino Battista, il Maestro Carmine Tranchese e il sig. Sergio Argenio e quanti si sono prodigati per noi presso l’Amministrazione e gli uffici comunali e non.

Consapevoli di quanto è stato fatto finora e di quanto sia ancora lunga la strada, non posso che esclamare:

BUON COMPLEANNO FORUM DEI GIOVANI DI ATRIPALDA!

 Andrea Famiglietti

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *