alpadesa
  
domenica 08 dicembre 2019
Flash news:   Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi

Sindaco e assessore al Personale multati durante una riunione al Comune sul Comando, Spagnuolo: «Ho fatto i complimenti al vigile, questo l’esempio che vogliamo dare». Contravvenzioni già pagate. Foto

Pubblicato in data: 14/6/2015 alle ore:11:17 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

paolo-spagnuolo-sindaco«Ho fatto i complimenti al vigile, questo è lo stile e l’esempio che vogliamo dare». Commenta così il sindaco Spagnuolo che con l’assessore delegato al Personale sono stati entrambi multati mentre a Palazzo di città discutevano sulle problematiche del Comando di polizia municipale.
L’episodio si è verificato l’altro pomeriggio nelle adiacenze del Comune quando il vigile Masucci, mentre era in corso una riunione tra tutti gli agenti con il comandante Salsano ed il vice Giannetta con il primo cittadino Paolo Spagnuolo e l’assessore Fabiola Scioscia, quest’ultimi sono stati entrambi verbalizzati.
Il sindaco, da capo della polizia municipale, aveva lasciato l’auto nelle strisce gialle riservate proprio al Comando dei vigili, l’assessore Scioscia invece in divieto di sosta.  Entrambi ieri mattina hanno già pagato la contravvenzione di 40 euro (con bollettino ciascuno di 28,70 essendo pagata entro i primi 5 giorni FOTO).
Multa pagata dal sindacoProprio Spagnuolo, che si è complimentato con l’agente racconta l’episodio: «nei giorni scorsi c’era stata l’occupazione sistematica degli spazi gialli riservati alle forze dell’ordine e in divieto di sosta lungo via Belli e  giustamente il comando di Polizia municipale ha deciso, verificando questo disordine nelle strade attigue al Comune, di dare n segnale di ordine pubblico e disciplina, assolutamente condiviso da noi. Così sono state elevate diverse multe. L’altro giorno mi ero recato al Comune, come faccio tutti i giorni,  per una riunione programmata con tuti gli agenti  per sgombrare il campo d alcuni equivoci che si erano creati nei mesi scorsi. Essendo arrivato in ritardo avevo parcheggiato l’auto nelle strisce gialle. Durante la riunione è salito un vigile e ha comunicato di aver elevato diverse contravvenzioni, e un po’ imbarazzato, di aver compreso l’auto del sottoscritto. Essendo anche il capo della polizia municipale ci poteva anche stare il parcheggio lì ma ovviamente ho fatto i complimenti all’agente Masucci e alla polizia municipale perché questo deve essere da esempio che il comando non deve guardare in faccia a nessuno».
Multa pagata da SciosciaIl primo cittadino non ha esitato così a fare i complimenti all’agente: «questo è lo stile e l’esempio che vogliamo dare». Poi la riunione, durata più di tre ore, è proseguita:  «con tanta onestà intellettuale ci siamo detti tutto, chiariti su tante cose e discusso anche del futuro. Sono estremamente fiducioso e ritengo che si possa lavorare meglio nell’interesse della città. Qualche equivoco c’era stato, ritengo sia ora superato. Vedremo nei fatti. Come parte politica ci impegneremo a superare qualche pregiudizio che c’è stato nei confronti del corpo municipale. Certamente il contenzioso con l’ex comandante Giannetta ha creato qualche fraintendimento. Ma ieri ci siamo parlati con molta franchezza e onestà intellettuale  nell’interesse della città e sono certo che i rapporti miglioreranno così come il servizio fermo restando che il comando ha sempre continuato a fare il proprio lavoro».
Proprio sul braccio di ferro tra Amministrazione e tenente Giannetta, rimosso dal comando a seguito della riorganizzazione della pianta organica, il giudice del lavoro del Tribunale di Avellino Marianna Molinaro, nel fissare al 14 settembre l’udienza per entrare nel merito della discussione, ha respinto la richiesta di sospensiva del decreto sindacale di revoca e di reintegro nelle funzioni avanzata, ravvisando però l’illegittimità dell’atto in questione perché non adeguatamente motivato e osservando che «al dipendente compete esclusivamente una tutela risarcitoria a cui è correlata l’eventuale responsabilità contabile in capo a colui che ha posto in essere l’atto illegittimo».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

10 risposte a “Sindaco e assessore al Personale multati durante una riunione al Comune sul Comando, Spagnuolo: «Ho fatto i complimenti al vigile, questo l’esempio che vogliamo dare». Contravvenzioni già pagate. Foto”

  1. Cittadino ha detto:

    Se il lavoro di vigilanza fosse fatto con continuinità SEMPRE, questo BRUTTO episodio forse non si sarebbe verificato, o NO?
    Salsano, se ci sei, batti un colpo.

  2. Antonio ha detto:

    “Essendo il capo della polizia municipale” Cit Paolo Spagnuolo.
    Caro Sindaco la legge parla chiaro e mi sa che non l’hai letta. In quei parcheggi possono parcheggiare le forze di polizia ( Carabinieri, polizia, guardia di finanza ecc ecc) ma non può in nessun modo parcheggiare un finanziere o un carabiniere o un comandante dei vigili con la propria auto.
    Sono posti riservati alle forze di polizia e non agli appartenenti delle forze di polizia quindi la non potete parcheggiare con le auto PRIVATE. Comandanti e non

  3. Lina ha detto:

    Quanta ipocrisia. Il vigile che fa la multa al sindaco, poi si addormentano per tutta la giornata e non vedono il disastro che regna nel paese. Se ha fatto la multa al sindaco in un posto dove la macchina non dava nessun intralcio, lo stesso vigile dovrebbe fare 200 multe a turno di lavoro..
    Sia chiaro che non giustifico il sindaco, condanno il vigile perché la nostra Atripalda é devastata dalla sosta selvaggia e dall’incapacità dei vigili

  4. federico ha detto:

    ti hanno fatto la multa e l’hai pagata. bravo ma niente di eccezionale, certo e’ un buon esempio.

  5. Alessandro Magno ha detto:

    X LINA:
    COMMENTO STRAORDINARIO.
    OGNI TANTO, PERCHÈ SOLLECITATI, SI SVEGLIANO DAL TORPORE QUESTI BALDI VIGILI.

  6. Nunziatina ha detto:

    SINDACO, mandali tutti a casa questi vigili che niente fanno per meritarsi lo stipendio che percepiscono.

  7. ALFIO ha detto:

    AD AVELLINO CON TUTTI I CANTIERI APERTI SI CAMMINA CHE E’ UNA FAVOLA,ARRIVI AD ATRIPALDA E TROVI IL CAOS, MACCHINE IN TRIPLA FILA SUI MARCIAPIEDI SULLE STRISCE PEDONALI SUI POSTI RISERVATI ALLA POLIZIA E PER FARE UN KILOMETRO IN MACCHINA CI VUOLE MEZZORA ABBONDANTE.
    NEMMENO IL PLURI DECORATO COM. SALSANO NON RIESCE A FAR LAVORARE I VIGILI?.

  8. Sponsor di LINA ha detto:

    X LINA:
    Ma sei così feroce nei riguardi dei vigili. Probabilmente sei una che a campione, avrai avuto qualche bolletta.

  9. Giuliano ha detto:

    X ALFIO.
    GRANDE COMMENTO. BRAVO.

  10. Nappo Carmela ha detto:

    anche io sono d’accordo, cosi si fa, chi sbaglia paga questo e per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *