alpadesa
  
sabato 30 maggio 2020
Flash news:   Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Fontana, strade, tomba funeraria romana nel degrado ad Atripalda: scatta la denuncia sui social. Foto Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593 Screening sierologico ad Ariano: sono 60 i positivi al tampone

Questa sera concerto dei Solisti Irpini nel ricordo dei piccoli Aylan e Galip

Pubblicato in data: 4/9/2015 alle ore:15:46 • Categoria: Attualità

11350796_827794770675591_228643918712846565_n
La Notte di Aylan

(contro l’indifferenza!)

I Solisti Irpini questa sera ad Atripalda alle 21:00, dalla piazzetta degli Artisti, suoneranno per Aylan e per il suo fratellino Galip.

Questa la volontà espressa già ieri dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Atripalda e che ha subito trovato la condivisione degli orchestrali.

Anche credendo di interpretare una più unanime volontà dei cittadini di Atripalda.

L’evento era comunque previsto nel cartellone eventi Sere d’Estate 2015.

La foto che ha sconvolto il mondo e scosso le coscienze diventi il simbolo di una rinnovata accoglienza per chi scappa da una guerra che probabilmente tutti noi abbiamo contribuito a generare.

Aylan aveva tre anni. Galip, il fratellino insieme a lui scomparso, qualche anno in più.

Aylan e Galip avevano prima della guerra una vita normale. In Siria avevano una casa, una famiglia, un cortile in cui giocare.

I suoi genitori un lavoro, una professione.

Ogni guerra, qualsiasi guerra, cancella tutto ciò e ti costringe a scappare. A salvarti.

Aylan e Galip volevano il Canada. Speravano lì di correre e crescere felici come è normale che sia per un qualsiasi bambino.

Il barcone invece si rovescia ed Aylan e Galip come in una favola se li prende il mare.

Atripalda si unisca al dolore di un padre e faccia sentire forte la sua voce di protesta contro chi vuol sostituire l’accoglienza con l’indifferenza.

Chi vuole porti un fiore o una preghiera.

Per Aylan e Galip.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Dalla libertà vigilata alla casa lavoro: due anni al trentenne autore di centinaia di truffe online

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal Tribunale di Avellino nei confronti di Read more

Censimento amianto, “Noi Atripalda” interroga l’ente su esito e provvedimenti da adottare

I consiglieri comunali del gruppo Noi Atripalda, Domenico Landi, Francesco Mazzariello, Maria Picariello, Fabiola Scioscia e Paolo Spagnuolo hanno presentato interrogazione Read more

Detiene illegalmente fucile e munizioni: nei guai 65enne atripaldese

  I Carabinieri della Compagnia di Avellino, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di Read more

Festa dei Musei, sabato e domenica visite al Parco di Abellinum e ai giardini di Palazzo Caracciolo

Torna questo fine settimana, sabato 20 e domenica 21 maggio, la festa che celebra il patrimonio culturale italiano, con eventi e Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Questa sera concerto dei Solisti Irpini nel ricordo dei piccoli Aylan e Galip”

  1. RITA ha detto:

    Bellissima iniziativa. E poi è davvero il caso di dire che questa morte tragica dei due piccoli ha cambiato il corso della storia.
    Andrebbe secondo me istituita una giornata del ricordo di Aylan e Galip.
    Ricordati in ogni dove in maniera perenne. La loro morte ha salvato centinaia di vite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *