alpadesa
  
Flash news:   Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città Via Melfi ad Atripalda chiude al traffico per un mese a causa di lavori urgenti sulle facciate laterali di Palazzo Del Gaudio Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” incalza il sindaco sul Distretto Asl di Atripalda a rischio smobilitazione

Morte di Marcello Cucciniello, il cordoglio dell’intera città

Pubblicato in data: 11/9/2015 alle ore:08:38 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

11988416_10207484131252214_5930211632231932740_nNon ci sono parole per descrive il dolore per la morte di un figlio, un fratello, un nipote, un amico strappato alla vita prematuramente mentre era in vacanza migliaia di chilometri lontano da casa insieme ad uno dei suoi migliori amici per trascorrere qualche giorno nella bellissima isola di Koh Samui in Thailandia (a lato la sua ultima foto del profilo facebook). Marcello Cucciniello a soli 23 anni lascia una città sgomenta e una famiglia chiusa nel dolore più profondo senza più lacrime. Da amici vicini ai familiari, infatti, testimonianze di affetto e rispetto di un dolore ancora tutto da elaborare. Troppo forte lo choc per l’improvvisa perdita di Marcello, conosciuto e benvoluto da tutti in città dove rientrava ogni fine settimana da Roma la città che aveva scelto per completare gli studi in Giurisprudenza iniziati presso l’Università di Benevento. Anche l’Amministrazione Comunale di Atripalda esprime la propria affettuosa vicinanza alla famiglia Cucciniello per l’immane tragedia che l’ha colpita: «Quando a perdere la vita è un ragazzo di soli 23 anni, le parole rischiano di divenire inutili e superflue – scrive il sindaco Paolo Spagnuolo -. Ancora una volta Atripalda, vive ore di dolore per l’ennesima morte assurda di un giovane cittadino, è il momento di stringersi attorno ai familiari di Marcello con sentimenti di profondo cordoglio». Ma sono decine i messaggi di cordoglio che si susseguono anche sul suo profilo virtuale. «Ieri ridevamo, ballavamo, bevevamo e facevamo caciara – scrive su Facebook il suo compagno di viaggio Gianpaolo Capobianco – hai trovato il tuo più grande amore qui, quello che ti ha fatto emozionare e impazzire! Hai sempre odiato le moto, pericolose sì, ma tu, di carattere, ami ciò che “straccia” l’anima. Stamattina sei uscito dalla stanza con un sorriso, dopo tante mattine perse nel sonno, oggi eri pronto per andare in spiaggia e fare flyboard per l’ennesima volta. Tu, e fattelo dire dalla Fatina, hai sempre provato a toccare il cielo, forse perché avevi capito che lì si sta bene infondo, siamo noi gli stupidi a restare qui. Sei un amico fantastico, sono sicuro che continueremo a viaggiare insieme, soli soletti come questa volta». Incredulità e tanta sofferenza nelle parole degli amici di sempre e dai tanti conoscenti sconvolti da quanto accaduto: «Vorrei tanto fosse uno scherzo, non riesco ancora a crederci, sono sconvolta, non si può sparire così, ti porterò per sempre nel cuore, non dimenticherò mai la nostra amicizia e la bella persona che eri» ed ancora «Non riesco a crederci, non voglio crederci, fuori e dentro scuola, nella vita e nei valori sei stato un grande sempre, ciao Marcello».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *