alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

Il premier Matteo Renzi scrive alla famiglia di Marcello Cucciniello: “Vi sono vicino”

Pubblicato in data: 25/9/2015 alle ore:01:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

IMG_6287Il premier Matteo Renzi scrive alla famiglia di Marcello Cucciniello, il giovane drammaticamente deceduto lo scorso 9 settembre in un incidente stradale sull’isola thailandese di Koh Samui a sud di Bangkok. «Caro Giulio, Valentina Paris mi ha raccontato la terribile vicenda di Marcello. Ti sono e vi sono vicino in questo momento di dolore. Un abbraccio sincero, Matteo», questo il contenuto del biglietto, scritto a mano dal Presidente del Consiglio dei Ministri e pervenuto alla zio del giovane, Giulio Urciuoli che per primo si recò in Thailandia per riportare il nipote a casa. Nove giorni trascorsi tra Koh Samui e Bangkok completamente solo, come affermato più volte da Urciuoli, in cui le autorità italiane locali si sono mostrate «completamente assenti e non in grado di dare neanche un minimo supporto in un momento così tragico». Questione che pochi giorni fa è stata portata anche all’attenzione del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni attraverso l’interrogazione a risposta scritta presentata dal deputato irpino del Movimento Cinque Stelle, Carlo Sibilia, unitamente ai colleghi presenti in Commissione Esteri Di Stefano, Del Grosso, Grande, Di Battista, Scagliusi e Spadoni. L’obiettivo comune è far luce sul ruolo dell’Ambasciata Italiana in Thailandia nella tragica vicenda costata la vita al 23enne atripaldese attraverso un atto di sindacato ispettivo che possa appurare quanto evidenziato da Giulio Urciuoli ovvero l’assenza di ogni minimo supporto da parte dei funzionari del presidio italiano in Thailandia ed eventualmente capire se è «il caso di prendere iniziative adeguate nei confronti dell’Ambasciata italiana in questione».
«Andremo fino in fondo perché quello che ci interessa adesso è solo avere giustizia, non vogliamo nient’altro, se mai arriveranno soldi li daremo in beneficenza», parole colme di rabbia e rancore quelle di Giulio Urciuoli che ancora non riesce a darsi pace per quanto accaduto al nipote ma anche per la solitudine vissuta in terra straniera in questa terribile vicenda. Urciuoli nei nove giorni trascorsi in Thailandia prima di ripartire per l’Italia ha, infatti, dovuto affidarsi ad un’agenzia privata e ad un interprete personale per poter espletare gli incartamenti necessari al rimpatrio e, naturalmente, per poter comunicare in lingua locale. «Mi auguro che lo Stato Italiano approfondisca la questione di cui adesso è al corrente anche il premier Renzi e faccia così chiarezza sul ruolo delle Ambasciate Italiane all’estero e di quello del personale e dei funzionari al loro interno – prosegue il consigliere comunale di Manocalzati nonché segretario cittadino del Partito Democratico -. Il mio caso, purtroppo, non è isolato ed è giusto che si intervenga e magari si taglino le spese per questi presidi inutili ma costosi che nel momento del bisogno si sono mostrati assenti nonostante l’intervento dallo Stato italiano attraverso l’onorevole Paris».
FdL

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Il premier Matteo Renzi scrive alla famiglia di Marcello Cucciniello: “Vi sono vicino””

  1. Lucilla ha detto:

    Si specula politicamente pure sui morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *