alpadesa
  
Flash news:   Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi

Il tecnico biancoverde: «scelte sbagliate, colpa mia». Ultimatum del presidente Taccone

Pubblicato in data: 3/10/2015 alle ore:18:59 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Tesser in sala stampa«Al di là del risultato mi sembra che abbiamo tenuto bene il campo. Mi sono fidato, vedendo quella prestazione, della squadra soprattutto alla luce del gioco del Vicenza». Al termine della gara Tesser recita il mea culpa in sala stampa mentre il patron biancoverde Walter Taccone amareggiato lancia un ultimatum: “dopo le prime dieci partite deciderò i correttivi da adottare”.
Il tecnico dei lupi prosegue: «Col senno del poi è facile giudicare le prestazioni degli uomini. Zito, Insigne a Bari, con quel sistema di gioco, hanno disputato una buona gara. Contro il Vicenza mi si è creato questo buco a centrocampo, probabilmente, quando l’ho capito, avrei dovuto immediatamente correggere la squadra».
Sul penultimo posto in classifica: «Ho parlato poco con la squadra. L’umore non è buono, il morale è molto importante ma è altrettanto importante la consapevolezza del lavoro che bisogna fare per migliorarsi. Nel calcio si passa dalle stelle alle stalle in un amen. Noi siamo ancora un’entità che non ha ancora quella forza di crederci».
Tesser si sente in discussione: «La classifica è pessima e chi vive di calcio lo sa. Mi prendo tutte le responsabilità. Ho la coscienza pulita perché mi sto dedicando a questo lavoro 24 ore su 24. L’unico conforto è che la squadra, anche sul 4 a 1, ha continuato a giocare».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *