alpadesa
  
Flash news:   Atripalda, scuole chiuse fino al 29 novembre: ecco l’ordinanza del sindaco Verifica e salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2020.2022, lunedì 30 novembre torna il Consiglio comunale ad Atripalda Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 5 a Atripalda Coronavirus: Atripalda piange la morte di Michele, volontario tra le macerie de L’Aquila 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati Coronavirus, il sindaco di Atripalda pronto a far slittare la riapertura di Infanzia e prima elementare al 30 novembre 40° anniversario del terremoto in Irpinia, il vescovo Aiello: “Alle 19:34 il suono delle campane delle chiese in memoria delle vittime” Coronavirus, in Campania da mercoledì 25 novembre si torna in classe per l’Infanzia e prime classi della Primaria 40° anniversario del terremoto in Irpinia: i Carabinieri commemorano le vittime del sisma e i caduti dell’Arma. VIDEO

Il tecnico biancoverde: «scelte sbagliate, colpa mia». Ultimatum del presidente Taccone

Pubblicato in data: 3/10/2015 alle ore:18:59 • Categoria: Avellino Calcio

Tesser in sala stampa«Al di là del risultato mi sembra che abbiamo tenuto bene il campo. Mi sono fidato, vedendo quella prestazione, della squadra soprattutto alla luce del gioco del Vicenza». Al termine della gara Tesser recita il mea culpa in sala stampa mentre il patron biancoverde Walter Taccone amareggiato lancia un ultimatum: “dopo le prime dieci partite deciderò i correttivi da adottare”.
Il tecnico dei lupi prosegue: «Col senno del poi è facile giudicare le prestazioni degli uomini. Zito, Insigne a Bari, con quel sistema di gioco, hanno disputato una buona gara. Contro il Vicenza mi si è creato questo buco a centrocampo, probabilmente, quando l’ho capito, avrei dovuto immediatamente correggere la squadra».
Sul penultimo posto in classifica: «Ho parlato poco con la squadra. L’umore non è buono, il morale è molto importante ma è altrettanto importante la consapevolezza del lavoro che bisogna fare per migliorarsi. Nel calcio si passa dalle stelle alle stalle in un amen. Noi siamo ancora un’entità che non ha ancora quella forza di crederci».
Tesser si sente in discussione: «La classifica è pessima e chi vive di calcio lo sa. Mi prendo tutte le responsabilità. Ho la coscienza pulita perché mi sto dedicando a questo lavoro 24 ore su 24. L’unico conforto è che la squadra, anche sul 4 a 1, ha continuato a giocare».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *