alpadesa
  
Flash news:   Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi

“Sotto a chi tocca”, il sindaco respinge le accuse: «Parlano i fatti, nessun taglio delle teste contra legem»

Pubblicato in data: 9/10/2015 alle ore:08:30 • Categoria: Politica, ComuneStampa Articolo

consiglio atripalda_sindaco Spagnuolo«Tutte le sostituzioni dei capisettore sono avvenute secondo legge, tanto è vero che fino ad oggi sono state registrate tre vittorie giudiziarie e extragiudiziali».
A parlare è il sindaco Paolo Spagnuolo che respinge la mittente le accuse mosse con un manifesto-denuncia da otto consiglieri comunali. «La prima riguarda l’incarico di comandante dei vigili affidato a Salsano, con l’Ispettorato del lavoro che ha archiviato il procedimento iniziato su esposto di un privato e conclusosi che non esistono rilievi penali né amministrativi per cui la procedura eseguita è legittima. Per Giannetta abbiamo ben due provvedimenti giudiziali, il primo emesso, in composizione monocratica, dalla sezione del Lavoro del Tribunale di Avellino, che ha rigettato l’istanza cautelare promossa dal dottor Giannetta che chiedeva il reintegro. A questa Giannetta ha proposto reclamo, a cui è seguito un ulteriore pronunciamento della Sezione Lavoro che ha rigettato la richiesta. Questi sono i fatti. Poi se non sanno leggere gli atti non è certo colpa mia. Anche la Bocchino ha proposto ricorso alla Sezione Lavoro e anche in questo caso il Tribunale si è espresso per rigettare l’istanza. Quindi finora si sono espressi vari magistrati e voglio capire dove c’è questo taglio delle teste contra legem. Per cui prendo  a prestito le parole di un mio amico decano della politica che ogni volta che legge un comunicato delle opposizioni mi dice: “questa è la tua fortuna”.  Altre cose sono fantapolitica che con il tempo saranno smentite dai fatti».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a ““Sotto a chi tocca”, il sindaco respinge le accuse: «Parlano i fatti, nessun taglio delle teste contra legem»”

  1. sabino ha detto:

    egr,sigr, dell’opposizione da cittadino mi pongo,e vi pongo un interrogativo,non prima di aver detto che al Sindaco e alla sua amministrazione si possono muovere una serie di rilievi,ma secondo voi in tutti questi anni avete assolto in pieno al vostro compito di c.c. di opposizione garanti della legalità,della vigilanza sugli atti, delle proposte concrete x migliorare il paese,avete dato fino in fondo il vostro contributo,io mi permetto di dirvi di no,e faccio una mia considerazione se la legge glielo consentirebbe i prossimi destinatari del “SOTTO A CHI TACCA”dovreste essere proprio voi..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *