alpadesa
  
Flash news:   Scontro ieri nel Consiglio comunale straordinario di Atripalda: ok al riconoscimento del debito fuori bilancio di oltre un milione di euro legato ad espropri di terreni in via San Lorenzo. Foto Inchiesta scuole, al via l’incidente probatorio con il Ctu nominato dal Gip per verifiche di vulnerabilità sismica sull’”Adamo” e “Masi”. Il sindaco: “attendiamo serenamente che si facciano queste ulteriori valutazioni” Furto aggravato e rapina ad Atripalda e Monteforte, i Carabinieri arrestano un 40enne Coronavirus, summit in Prefettura: tamponi anche all’ospedale “Moscati”. Spena: “niente improvvisazioni” Sospeso il taglio del filare di pioppi di via San Lorenzo ad Atripalda dopo le polemiche e un incontro di ieri all’Utc Coronavirus, ordinanza del sindaco Spagnuolo: “quarantena per chi viene dalle zone focolaio del Nord Italia” Forza Italia, nominato il nuovo commissario provinciale di Avellino: Fulvio Martusciello subentra a Cosimo Sibilia Coronavirus, i Carabinieri denunciano due persone del capoluogo Irpino per false segnalazioni su Facebook e procurato allarme L’irpino Vincenzo Garofalo al suo esordio regala tre punti ai Lupi Brutta sconfitta in casa per la Scandone Avellino contro Geko PSA Sant’Antimo

L’Atripalda Volleyball cerca il riscatto a Solopaca in Coppa Campania. Capitan Matarazzo: “Possiamo giocarcela con tutte le squadre”

Pubblicato in data: 5/11/2015 alle ore:13:00 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Allenamento_10Neanche il tempo di rifiatare che si torna in campo. Questa sera l’Atripalda Volleyball sarà di scena a Solopaca in una gara difficile contro il Net Volley per la gara valevole per prima giornata della seconda fase di Coppa Campania. La squadra atripaldese cercherà di riscattare subito la brutta prova offerta in campionato sabato scorso contro il Vesuvio Oplonti. In settimana mister Matarazzo ha analizzato con i suoi la sconfitto concentrandosi sugli errori fatti e da non ripetere già da questa sera. Il capitano Alessandro Matarazzo si sofferma invece sull’aspetto mentale che è da migliorare: “E’ una sconfitta che ci può stare, siamo ancora ai nastri di partenza. Singolarmente ci conosciamo da tanto tempo ma è effettivamente uno dei primi anni che giochiamo insieme e siamo ancora in rodagio e giocaremo tutte le partite in trasferta su campi ostici con squadre di buon livello e con molta esperienza in questa categoria. Ma tutto dipende da noi. Abbiamo fatto una buona partenza ma ci siamo abbattuti al primo momento difficile. Dobbiamo lavorare sotto l’aspetto mentale perché dal punto di vista tecnico lavoriamo bene durante gli allenamenti”. Il palleggiatore atripaldese poi si sofferma sulla gara di questa sera, difficile ma non impossibile: “Un impegno che non ci voleva in questo periodo perché andiamo a giocare probabilmente con la squadra migliore della categoria, una delle maggiori candidate alla vittoria finale, ma andiamo a giocare con la consapevolezza che ci stiamo allenando bene e che ce la possiamo giocare con tutte le squadre”.

In conclusione Matarazzo spiega le difficoltà che si possono incontrare in questi incontri ravvicinati: “In questo periodo, con partite così ravvicinate, la difficoltà che si potrebbero incontrare sono soprattutto di natura fisica. Anche perché come abbiamo visto dai primi incontri, si disputano dai 4 a 5 set e giocare ogni tre giorni non aiuta a recuperare”. Intanto per quanto riguarda la prossima gara di campionato l’appuntamento è per sabato alle ore 20 nella palestra di Cesinali nella palestra della Scuola Media Statale Enrico Cocchia quando i biancoverdì giocheranno contro il Casa Giove.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *