alpadesa
  
Flash news:   Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO

L’Atripalda Volleyball cerca il riscatto a Solopaca in Coppa Campania. Capitan Matarazzo: “Possiamo giocarcela con tutte le squadre”

Pubblicato in data: 5/11/2015 alle ore:13:00 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Allenamento_10Neanche il tempo di rifiatare che si torna in campo. Questa sera l’Atripalda Volleyball sarà di scena a Solopaca in una gara difficile contro il Net Volley per la gara valevole per prima giornata della seconda fase di Coppa Campania. La squadra atripaldese cercherà di riscattare subito la brutta prova offerta in campionato sabato scorso contro il Vesuvio Oplonti. In settimana mister Matarazzo ha analizzato con i suoi la sconfitto concentrandosi sugli errori fatti e da non ripetere già da questa sera. Il capitano Alessandro Matarazzo si sofferma invece sull’aspetto mentale che è da migliorare: “E’ una sconfitta che ci può stare, siamo ancora ai nastri di partenza. Singolarmente ci conosciamo da tanto tempo ma è effettivamente uno dei primi anni che giochiamo insieme e siamo ancora in rodagio e giocaremo tutte le partite in trasferta su campi ostici con squadre di buon livello e con molta esperienza in questa categoria. Ma tutto dipende da noi. Abbiamo fatto una buona partenza ma ci siamo abbattuti al primo momento difficile. Dobbiamo lavorare sotto l’aspetto mentale perché dal punto di vista tecnico lavoriamo bene durante gli allenamenti”. Il palleggiatore atripaldese poi si sofferma sulla gara di questa sera, difficile ma non impossibile: “Un impegno che non ci voleva in questo periodo perché andiamo a giocare probabilmente con la squadra migliore della categoria, una delle maggiori candidate alla vittoria finale, ma andiamo a giocare con la consapevolezza che ci stiamo allenando bene e che ce la possiamo giocare con tutte le squadre”.

In conclusione Matarazzo spiega le difficoltà che si possono incontrare in questi incontri ravvicinati: “In questo periodo, con partite così ravvicinate, la difficoltà che si potrebbero incontrare sono soprattutto di natura fisica. Anche perché come abbiamo visto dai primi incontri, si disputano dai 4 a 5 set e giocare ogni tre giorni non aiuta a recuperare”. Intanto per quanto riguarda la prossima gara di campionato l’appuntamento è per sabato alle ore 20 nella palestra di Cesinali nella palestra della Scuola Media Statale Enrico Cocchia quando i biancoverdì giocheranno contro il Casa Giove.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *