alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Stamattina torna il “Farmer Market” e nel pomeriggio flash mob di commercianti e amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il settore ad Atripalda Coronavirus, scende il numero di positivi in Campania: solo 5 oggi. Nessun contagio in Irpinia Coronavirus, incremento dei contagi a +669 casi e 119 morti in un giorno Anniversario strage di Capaci, Idea Atripalda: “Sono morti invano? Dipende da noi” Parco delle Acacie, non si spengono le polemiche sulla bitumazione aree interne. IDEA Atripalda: “asfaltare un parco è come asfaltare il mare“. Foto Coronavirus, Santa Rita senza processione nei versi di Gabriele De Masi Coronavirus, il Comune pubblica l’elenco dei beneficiari della seconda tranche dei buoni spesa alimentari

Comando provinciale Carabinieri, stamattina le celebrazioni delle Virgo Fidelis. FOTO

Pubblicato in data: 21/11/2015 alle ore:14:49 • Categoria: Cronaca

Virgo Fidelis 2015, foto1Stamattina, in tutt’Italia ed all’Estero (per i carabinieri impiegati in missione di pace), si è celebrata la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, del 74° anniversario della “Battaglia di Culqualber” e della “Giornata dell’Orfano”.

Per la circostanza, anche nel capoluogo irpino è stata celebrata la Santa Messa nella Chiesa del SS. Rosario, in corso Vittorio Emanuele, officiata da S.E. il Vescovo di Avellino Monsignor Francesco Marino nonché da Padre Egidio Vicidomini e dal Cappellano Militare Don Francesco Marotta, alla presenza del Comandante Provinciale del Carabinieri, Tenente Colonnello  Franco Di Pietro, di una vasta rappresentanza dei Carabinieri della provincia, in uniforme e accompagnati anche dai loro familiari, delle vedove e degli orfani dei militari deceduti in servizio nonché dei familiari delle “vittime del dovere”. Il tutto in una solenne cornice composta da Carabinieri in Grande Uniforme Storica ai lati dell’altare, impreziosita dalla presenza di una rappresentanza dei carabinieri in congedo, aderenti alle molteplici sezioni territoriali dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo.

Virgo Fidelis 2015, foto3La celebrazione odierna ha visto la partecipazione di S.E. il Prefetto della Provincia di Avellino Dott. Carlo Sessa, del Presidente del Tribunale di Avellino Dott. Michele Rescigno, del Procuratore della Repubblica di Avellino Dott. Rosario Cantelmo, del Presidente della Provincia di Avellino Dott. Domenico Gambacorta, del Sindaco di Avellino Dott. Paolo Foti, e di numerose altre autorità civili e militari.

La messa è stata accompagnata dalle splendide note musicali e dal soave canto dell’associazione corale “Hirpini Cantores”, coro ufficiale del Santuario di Montevergine che, con la propria partecipazione, ha voluto fare graditissimo omaggio all’Arma di Avellino.

La celebrazione della “Virgo Fidelis” risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”, fissandone la ricorrenza al 21 novembre: data in cui la Cristianità celebra la festa liturgica della Presentazione di Maria Vergine al tempio ed anniversario della “Battaglia di Culqualber”.

Virgo Fidelis 2015, foto2Il 21 novembre del 1941, infatti, ebbe luogo una delle più cruente battaglie in terra d’Africa, nella quale un intero Battaglione di Carabinieri si sacrificò nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Quei caduti sono andati a far parte della folta schiera di Carabinieri che, in pace ed in guerra, hanno saputo tener fede al giuramento prestato fino all’estremo sacrificio. Alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri fu conferita, per quel fatto d’arme, la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla Prima Guerra Mondiale.

Con la “Virgo Fidelis” oggi l’Arma celebra anche la “Giornata dell’Orfano”, istituita nel 1996, che rappresenta per i Carabinieri e per l’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri un’occasione di concreta vicinanza alle famiglie dei colleghi caduti, ricordando altresì i principi di fedeltà che hanno ispirato il loro sacrificio, illuminati dalla luce della “Virgo Fidelis”. Nel corso della cerimonia, il Comandante Provinciale Tenente Colonnello Franco Di Pietro ha simbolicamente consegnato ad un giovane Orfano l’assegno “Premio Buon Profitto”, quale affettuosa e significativa attenzione da parte dell’O.N.A.O.M.A.C. (Opera Nazionale Orfani Militari Arma Carabinieri) che da anni assiste negli studi gli Orfani dei Carabinieri sino al conseguimento del Diploma di Laurea.

Al termine della commemorazione, nei locali dell’ex Carcere Borbonico antistante la suddetta Chiesa del SS. Rosario, messi a disposizione dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici,  è stato offerto ai partecipanti un coffee-break.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Ritrovato dopo tre giorni l’uomo scomparso, denuncia partita da Atripalda

Dopo tre giorni di intense ricerche i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sono riusciti a mettere la parola fine Read more

Controlli movida, denunciato anche un pregiudicato atripaldese

Anche nel corso di quest'ultimo fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno dato corso al consueto servizio coordinato Read more

Ladri in fuga contromano da Baiano a Candela, spari in autostrada

Notte di paura con rocambolesco inseguimento contromano e spari lungo l’autostrada Napoli-Bari l’altra sera tra auto della Polstrada ed una Read more

Contromano lungo rampa Santa Maria delle Grazie ad Avellino, si schianta contro due auto. Ferito giovane atripaldese. FOTO

Tragedia sfiorata intorno alle 22.00 di ieri sera, per via di un grave incidente all’incrocio fra Rampa Santa Maria delle Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *