alpadesa
  
Flash news:   Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine»

Fischi per l’Avellino, al Partenio-Lombardi finisce 1-2 per il Perugia. FOTO

Pubblicato in data: 29/11/2015 alle ore:10:30 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Avellino-Perugia1Nuova battuta d’arresto casalinga per l’Avellino che, dopo il vantaggio con un eurogol di Gavazzi (36′ pt), nella ripresa disarma e dà via libera al
Perugia che prima raggiunge il pareggio con Di Carmine (4′ st) e poi passa con Perugini (20′ st). Una seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Pescara.
Tesser schiera il 4-3-1-2: davanti a Frattali Nica e Visconti sulle corsie esterne con il duo Jidayi-Chiosa in mezzo. In mediana D’Angelo-Arini e Gavazzi, con Insigne alle spalle del duo d’attacco Mokulu-Trotta.
I biancoverdi, pur privi della retroguardia titolare, hanno agevolmente controllato il Perugia nel corso della prima frazione andando in vantaggio con il gol firmato da Gavazzi che sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ha colpito al volo dal limite dell’area battendo implacabilmente Rosati.
Curva Sud, ricordo del TerremotoNella pausa del primo tempo la Curva Sud , con un lungo striscione, ricorda il terremoto del 1980 che ha colpito l”Irpinia.
Tutta un’altra musica nella ripresa, quando a salire in cattedra è il Perugia che soprattutto sulla corsia di sinistra, con Spinazzola e Perugini, confeziona occasioni a ripetizione.
L’Avellino prova a riagguantare il pareggio ma la sua manovra é lenta e prevedibile. Tavano ci prova (21′ st) ma Rosati tocca quel tanto per deviare in angolo e, nei minuti di recupero, la palla buona finisce sui piedi di Trotta la cui conclusione viene respinta di piede dal portiere umbro. Su capovolgimento di fronte, é però ancora il Perugia che potrebbe arrotondare con Perugini, il cui tiro si infrange sulla traversa.
Avellino-Perugia

TABELLINO: AVELLINO-PERUGIA 1-2
Avellino (4-3-1-2): Frattali; Nica, Jidayi, Chiosa, Visconti; D’Angelo (41′ pt Bastien), Arini, Gavazzi; Insigne (13′ st Giron); Mokulu (15′ st Tavano), Trotta.
A disp.: Offredi, Tavano, Zito, Soumarè, Nitriansky, Petricciuolo, Giron, Napol. All.: Tesser.
Perugia (4-3-3): Rosati; Del Prete, Volta, Belmonte, Spinazzola; Zebli, Taddei, Della Rocca; Zapata (1′ st Fabinho, 35′ st Lanzafame), Di Carmine (13′ Rossi), Parigini. v
A disp.: Zima, lhassan, Mancini, Drole, Jakovlevs, Didiba
All.: Bisoli.
MARCATORI: 36′ pt Gavazzi, 4′ st Di Carmine, 20′ st Parigini
ARBITRO: Manganiello di Pinerolo
Guardalinee: Disalvo di Barletta e Baccini di Conegliano
Note: Ammoniti:Arini, Nica (A) Spinazzola, Volta (P).
Angoli:9-3 Avellino, Rec:3′ pt, 4′ st

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *