alpadesa
  
Flash news:   L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città

Ennesimo atto vandalico al Monumento ai caduti di piazza Umberto. FOTO

Pubblicato in data: 3/12/2015 alle ore:07:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Atto vandalico al monumento ai caduti1Ennesimo atto vandalico e di inciviltà al Monumento ai caduti di piazza Umberto I.
Ignoti hanno danneggiato la corona di alloro deposta ai piedi della statua  lo scorso 4 novembre  dall’Amministrazione comunale  con l’Associazione Nazionale Combattenti, Reduci e Simpatizzanti, sezione cittadina “A. Lombardi”, per celebrare la Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate.
Rotta anche una vetrata che divide il mausoleo dalla fontana sottostante. Un nuovo episodio di inciviltà che segue di pochi giorni quello subito dalla targa di intitolazione della villa comunale al parroco anticamorra Don Peppe Diana danneggiata dallo scoppio di alcuni petardi che hanno provocato segni di bruciature e una cavità carbonizzata sulla parola “Giuseppe”.
Un vandalismo che non si arresta in città e che ha avuto nel mirino in passato oltre al monumento ai caduti, ricoperto da scritte sebbene da poco restaurato, anche la stessa targa d’intitolazione della villa Sparavigna alle facciate della Dogana Dei Grani fino all’arredo urbano.
Atto vandalico al Monumento ai Caduti2Una scia di episodi da condannare che ha spinto giorni fa nove associazioni cittadine a mobilitarsi contro gli atti vandalici sottoscrivendo un manifesto d’impegno: “Sentinelle del Bene Comune”. Tra le associazioni c’è il Presidio di Libera Atripalda “Pasquale Campanello”, il Gruppo Scout Atripalda I, La piazzetta degli Artisti, la Pro Loco Atripalda, l’associazione Cambia-Menti, A’Potea, il Forum dei Giovani di Atripalda, l’Associazione Giancarlo Imbimbo ed infine l’Associazione Culturale Alvanite. Un patto per dar vita ad un rete sul territorio che si propone di lavorare in sintonia promuovendo progetti di rivalutazione  e riqualificazione degli spazi, creando una collaborazione con le scuole, che sono il fulcro dell’educazione e della costituzione dei ragazzi, sensibilizzando la popolazione.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Ennesimo atto vandalico al Monumento ai caduti di piazza Umberto. FOTO”

  1. Senza scuorno ha detto:

    Quando si tratta di fotografare fesserie sono tutti presenti e pronti a farlo, quando si tratta di incastrare un vandalo persino al centro della città non si trova un paladino della giusti e dell’ordine. Incredibile.

  2. Nappo Carmela ha detto:

    i vigili devono controllare bene e fare multe a queste persone che fanno vandalismo

  3. Vergognatevi ha detto:

    Qua non si parla di persone, ma peggio degli animali, magari gli animali sono migliori di questi zoticoni, ormai tutti sanno che questi atti vandalici li fanno i ragazzi della scuola media che appena escono dalla scuola stazionano davanti al monumento e nella villa comunale e che per farsi belli e superuomini davanti alle compagne di scuola producono questi ignobili atti vandalici, le forze dell’ ordine se li vogliono cogliere sul fatto, basta recarsi in borghese in questi luoghi quando gli zoticoni escono dalla scuola, e appena presi bisogna consegnarli ai servizi sociali, dove li impareranno a rendersi utili per la comunita’ aiutando i piu’ bisognosi, sicuramente cambieranno stile di vita.

  4. cittadino attento ha detto:

    Ma la sede del Sabato in Piazza Umberto, sembra munita di telecamera. Rivolgetevi a loro, forse vi saranno di aiuto.

  5. NAZI ha detto:

    AL DI LA DEI DANNI KE VANNO SICURAMENTE REDARGUITI PER ME LA SCELTA DI PORRE UNA FONTANA NEI PRESSI DEL MONUMENTO NON E’ STATA UN GRANCHE’ AZZECCATA IN QUANTO NON E’ UN GRAN CHE COMODO VEDERE IL MONUMENTO CHE IVI SI TROVA SPECIALMENTE ALLORCHE’ SI TROVA UNA FONTANA SUL DAVANTI..CHIESSA’ CHI L’AVRA’ PROGETTATO QUESTO OBBROBBRIO

  6. X NAZI.
    Non parliamo della Piazza che è uno scandalo. Tutta rotta la pavimentazione. E nessuno vede niente.

  7. La verità ha detto:

    Giovani svegliatevi ma quale atto vandalico qua si tratta di marcio. La corona è stata deposta dal comune il 4 novembre siamo al 4 dicembre, giusto un mese di acqua e sole abbandonata a se stesso ed marcita. Certo che siamo proprio bravi a far diventare una mancanza dell’amministrazione un atto vandalico.che vergogna

  8. Ai vandali, cercate di mettergli un poco di sale sulla coda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *